Week end al cinema, Sorrentino sfida gli Avengers

Fotografia: Foto Shutterstock

Se il mondo dei media da mesi aspetta il debutto del chiacchieratissimo film di Paolo Sorrentino, Loro, la cui prima parte arriva in sala domani, il mondo giovanile, sensibile al tam tam dei social, attende la nuova e “finale” avventura degli Avengers. Chi vincerà la sfida al box office? Gli altri numerosi titoli in uscita dovranno farsi strada con fatica contando soprattutto sulla qualità e su spettatori mirati.

LORO 1 di Paolo Sorrentino con Toni Servillo, Elena Sofia Ricci, Riccardo Scamarcio, Kasia Smutniak, Euridice Axen, Fabrizio Bentivoglio, Roberto De Francesco, Dario Cantarelli, Anna Bonaiuto, Giovanni Esposito, Ugo Pagliai, Lorenzo Gioielli, Ricky Memphis, Alice Pagani, Elena Cotta, Iaia Forte, Duccio Camerini, Yann Gael, Mattia Sbragia, Max Tortora, Milvia Marigliano, Michela Cescon, Caroline Tillette, Roberto Herlitzka. Per cogliere appieno il senso dell’affresco corale ideato da Sorrentino e splendidamente interpretato da una foltissima schiera di attori, è necessario non perdere la prima parte e aspettare quella conclusiva tra un paio di settimane. Il film è fastoso e spiazzante e destinato a piacere nella sua originalità.

AVENGERS: INFINITY WAR di Anthony e Joe Russo con Chris Pratt, Scarlett Johansson, Karen Gillan, Pom Klementieff, Zoe Saldana, Tom Holland, Benedict Cumberbatch, Brie Larson, Chris Evans, Dave Bautista, Cobie Smulders, Chris Hemsworth, Robert Downey Jr., Vin Diesel, Sebastian Stan, Josh Brolin, Elizabeth Olsen, Bradley Cooper, Chadwick Boseman, Paul Rudd, Jeremy Renner, Paul Bettany, Mark Ruffalo, Benicio Del Toro, Sean Gunn, Benedict Wong, Anthony Mackie, Terry Notary. E’ talmente grande la minaccia che incombe sulla Terra (o su quello che ne resta) a causa del perfido tiranno Thanos che ci vorrà una lega di uomini straordinari per fronteggiarlo. Da Captain America a Thor, da Iron Man a Spider Man ci sono proprio tutti i supereroi della Marvel in questa apoteosi finale (almeno fino al prossimo sequel).

EX LIBRIS: NEW YORK PUBLIC LIBRARY di Frederick Wiseman. Non faccia specie che un documentario (per di più di oltre tre ore) figure ai primi posti di questa rubrica. A quasi 90 anni il maestro del documentario contemporaneo Wiseman firma un’opera di straordinaria potenza, percorrendo ancora una volta un luogo simbolo della società e del vivere insieme. Nella Public Library di New York si incrociano ogni giorno studiosi e specialisti, lettori frettolosi e bambini, immigrati e senza tetto. A tutti Wiseman dà voce e volto facendo dei libri e del loro tempio un inedito protagonista.

I FANTASMI DI ISMAEL di Arnaud Despleshin con Mathieu Amalric, Marion Cotillard, Charlotte Gainsbourg, Louis Garrel, Alba Rohrwacher, Hippolyte Girardot, Jacques Nolot, Laszlo Szabo, Catherine Mouchet, Samir Guesmi. Film d’apertura allo scorso festival di Cannes e rompicapo in forma di mystery, il nuovo lavoro dell’ex enfant prodige del cinema francese incrocia le storie di uno scrittore e regista compulsivo, Ismael, perseguitato dal fantasma della moglie adorata (Carlotta) scomparsa da anni, del suo attore feticcio, del suocero che condivide la sua angoscia.

LA MELODIE di Rachid Hami con Kad Merad, Samir Guesmi, Jean-Luc Vincent, Alfred Renely, Slimane Dazi, Mathieu Spinosi, Tatiana Rojo, Youssouf Gueye, Zakaria-Tayeb Lazab, Mouctar Diawara, Shirel Nataf, Anas Meiringer. Brontolone e rigido nei suoi principi, il cinquantenne violinista Simon non può più permettersi di rifiutare lavori in nome della fedeltà all’arte.

In uscita, poi, una serie di produzioni indipendenti italiane: dalla commedia a episodi sugli equivoci e ciò che vogliamo tacere, TU MI NASCONDI QUALCOSA di Giuseppe Loconsole con Giuseppe Battiston e Stella Egitto, al drammatico YOUTOPIA di Berardo Carboni con Matilde De Angelis e Alessandro Haber; dal documentario sulle stragi naziste in Campania TERRA BRUCIATA di Luca Gianfrancesco al notevole NATO A CASA DI PRINCIPE di Bruno Oliviero che ricostruisce tra realtà e finzione la scomparsa per mano di camorra del giovane Paolo Letizia, fratello di quell’Amedeo che fu stella fugace dello star system italiano negli anni ’80 e che ora produce il film in memoria del fratello.

Ed ancora il sofisticato INTERRUPTION del greco Yorgos Zois e il palpitante e già annunciato WAJIB di Anne-Marie Jacir diretto tra Italia e Palestina… Buon week end!

  • Mostra Commenti

L indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati *

Commento *

  • name *

  • email *

  • website *

Potrebbe piacerti anche

Andreco, l’ingegnere che racconta la natura attraverso l’arte

Andrea Conte, nome d’arte Andreco, è un ingegnere ed artista celebre per le sue ....

Jurassic World: dinosauri ancora in vetta alle classifiche

Non hanno potuto conquistare la Terra a causa di un cataclisma ma i loro ....

Crazy Horse a Milano, in arrivo le ballerine più sensuali del mondo

Le ballerine del Crazy Horse di Parigi a Milano per uno spettacolo imperdibile, dal ....