fbpx

    We Will Rock You: la Queen-mania va sul palcoscenico

     

    Dopo il grande successo di Bohemian Rhapsody al cinema e ai Golden Globe, i Queen sono pronti a sbancare anche a teatro.

    Da domani prende il via la stagione italiana 2019 di “We Will Rock You”, la “rock opera ” con i successi del gruppo britannico, in una veste tutta nuova – non una replica del precedente spettacolo –con la regia di Tim Luscombe, la direzione artistica a cura di Valentina Ferrari e un cast totalmente rinnovato.

    In 12 anni di rappresentazioni a Londra, lo spettacolo – prodotto da Ben Elton in collaborazione con i due Queen, Roger Taylor e Brian May – è stato visto da 8 milioni di spettatori.  Lo show ha debuttato oltremanica al Dominion Theatre di Londra il 12 maggio 2002, sbarcando, nel dicembre 2009, in Italia dove le canzoni, scelta condivisa col gruppo britannico, sono state mantenute in inglese (tranne due) ed eseguite dal vivo mentre i dialoghi sono stati tradotti nella nostra lingua.

    Nel cast ancora Salvo Vinci nel ruolo di Galileo e Alessandra Ferrari in quello di Scaramouche; Valentina Ferrari è Killer Queen, mentre Paolo Barillari è Khashoggi e Claudio Zanelli interpreta Brit. Presenti anche Loredana Fadda che interpreta Oz e Massimiliano Colonna che veste i panni di Pop.

    Lo show proseguirà per tutto il 2019: a Jesolo (10 gennaio), Bassano Del Grappa (12 gennaio), Bergamo (18 gennaio), Milano (31 gennaio-3 febbraio; 7-10 febbraio; 14-17 febbraio), Genova (21-23 febbraio), Roma (27 febbraio-3 marzo), Napoli (5 marzo), Catanzaro (9 marzo), Reggio Calabria (11 marzo), Catania, (13 marzo), Bari (16-17 marzo), Firenze (22-24 marzo), Padova (29 marzo), Torino (5-6 aprile) e Gorizia (9 aprile).

    LA STORIA – We Willl Rock You – the Musical è ambientato nel futuro fra 300 anni, in un luogo una volta chiamato “Terra” e ora diventato “Pianeta Mall”, vittima della globalizzazione più totale. Un pianeta dove il rock e la musica dal vivo sono bandite e i loro seguaci vivono nascosti. La Global Soft, capeggiata dalla spietata Killer Queen e dal suo collaboratore Khashoggi, cerca di stanare la “resistenza” di un gruppo di Bohemians che si nascondono nel sottosuolo e che, con l’aiuto dello stravagante bibliotecario Pop, tramandano ricordi sbiaditi del tempo glorioso nel quale il rock regnava sovrano sulla terra. Attendono l’arrivo degli eletti che restituiranno la musica al Pianeta, l’ingenuo Galileo e la volitiva Scaramouche, predestinati a ritrovare lo strumento che l’antico dio della chitarra, ha nascosto in un luogo segreto.

    Potrebbe piacerti anche

    A Milano, La bella addormentata nel bosco parla arabo 

    La bella addormentata nel bosco della Carlo Colla & Figli, creata nel 2001 e subito ....

    Sfruttati, uccisi o amati: gli ‘Animals’ di McCurry

    La fotografia d’autore trova casa al Museo delle Culture di Milano nel nuovo spazio Mudec ....

    Weekend a teatro: qualche consiglio

    Ecco alcuni consigli per passare un weekend diverso, magari assistendo a uno spettacolo teatrale. ....