VYR: “Nessuna divisione col Salone nautico di Genova”

Fotografia: Un Azimut 105 (ANSA)

Il giorno dopo la chiusura, il Versilia Yachting Rendez-Vous (VYR), l’appuntamento nautico organizzato a Viareggio dal 10 al 13 maggio da Nautica Italiana in collaborazione con Fiera Milano, tende la mano a Ucina Confindustria nautica per instaurare un rapporto sinergico.

Tra VYR e Salone nautico di Genova non ci devono essere tensioni o divisioni, ma unità di intenti, in nome di un settore che dà lavoro a migliaia di aziende e che, dal 2017, è tornato a crescere in modo significativo – ha detto il presidente di Nautica Italiana, Lamberto Tacoli Qui a Viareggio non siamo in conflitto con Genova, questa non è un’area fieristica e il Vyr è un’altra cosa rispetto al Salone. Ma qui siamo l’unica realtà al mondo che apre i cantieri al pubblico, che fa vedere il lavoro.  “Oggi – continua –  la nautica viene percepita come ‘una cosa da ricchi’. E’ un’immagine da cambiare, bisogna far capire che dietro a quella ‘cosa da ricchi’ c’è un mare di lavoro tutto italiano, la capacità della nostra industria, della nostra manifattura, dei nostri artigiani, del nostro design di realizzare prodotti davvero unici al mondo“.

La nautica italiana continua a essere la prima al mondo sia in termini di produzione che in termini di qualità. La classifica 2018 di Boat International Media (la ‘bibbia’ mondiale del settore superyacht) vede tre marchi italiani ai primi tre posti (Azimut-Benetti, Ferretti Group, Sanlorenzo) e 7 cantieri italiani tra i primi 20.

 

 

Potrebbe piacerti anche

Furti d’auto: suv nel mirino dei ladri

Il terrore di ogni possessore di auto è il furto della propria vettura, un ....

Airbag letali: in Australia richiamati 1mln di veicoli

Trenta anni fa in Italia furono introdotte le cinture di sicurezza obbligatorie che, nel ....

Giro del mondo per salvare i mari dalla plastica

E’ partita da una settimana l’avventura ecologica di Ivan Dimov, skipper di grande esperienza ....