Volley in Italia:il punto del presidente Cattaneo

Fotografia: Il presidente Fipav Pietro Bruno Cattaneo (Marco Di Meo/ FIPAV)

L’attesa è finita. Tra 24 ore, al centrale del Foro Italico di Roma, la Coppa del mondo di volley maschile occuperà per un giorno la casa del tennis per Italia–Giappone, partita inaugurale del torneo iridato.

Da mesi, la Capitale freme per questo appuntamento. I biglietti sono esauriti da mesi e le attività del Comitato organizzatore locale mondiale 2018 – alcune delle quali portate avanti con l’ex pallavolista Andrea Lucchetta – hanno registrato numeri calcistici: 250.000 persone hanno partecipato al tour della coppa del mondo, svolto da aprile e maggio tra Roma e il suo hinterland, mentre altre 150.000 hanno preso parte ad eventi legati alla promozione del torneo.

Una promozione importante per il movimento, sottolineata dal presidente Fipav Pietro Bruno Cattaneo: “E’ stato un bel risultato, solo il record legato alla vendita dei biglietti (un evento di volley non era mai andato sold out con tanti mesi di anticipo) dimostra il grande affetto dei romani verso questo sport”.

Presidente, tanta passione poteva essere premiata mettendo in calendario altri incontri del Mondiale nella città eterna, oltre alla gara inaugurale.
L’Italia è grande e bisogna cercare di accontentare tutti. L’esordio azzurro avrà una cornice importante e affascinante: ci tenevo molto. Abbiamo temuto che il bel tempo ci abbandonasse (al Foro Italico si gioca all’aperto) e siamo stati costretti a predisporre una soluzione alternativa che, per fortuna, non servirà: l’aeronautica ci ha confermato bel tempo per domani”.

Qual era la soluzione B?
Abbiamo opzionato il Palazzetto dell’Eur un investimento di 50.000 euro ma dovevamo garantire ai tifosi il regolare svolgimento della gara, al chiuso o all’aperto”.

A proposito di apertura, domani avete allargato l’evento anche al sitting volley, disciplina per disabili.
Ci sarà un’iniziativa parallela, organizzata con la Fondazione Vodafone. Questa attività è in forte crescita a livello di base e di top level: al mondiale di categoria abbiamo conquistato un quarto posto alla nostra prima partecipazione. Sarà un’occasione per far conoscere ulteriormente questo sport.

Tornando ai tifosi romani, la città ama il volley ma manca una squadra nella massima serie.
Sarebbe auspicabile che non solo la Capitale ma anche tutte le metropoli avessero un club di top level. A Napoli, per esempio, c’è una voglia di pallavolo incredibile”.

Oltre a queste assenze, si registrano anche quelle di alcune regioni che, per vari motivi, non hanno mai avuto un club fra le “grandi”.
Questa situazione è dovuta a diversi fattori. Per sviluppare lo sport a livello di base e agonistico in queste realtà sarebbe necessario che le palestre scolastiche venissero aperte fuori dall’orario di lezione e che gli impianti sportivi più importanti, soprattutto quelli abbandonati, venissero resi agibili, come avviene in Giappone. Aggiungo che, per dare un’ulteriore spinta al movimento, servirebbe una situazione economica diversa. Da una parte, ci sono imprenditori coraggiosi, come Pippo Callipo a Vibo, che investono molto nei club ma dobbiamo registrare che, in generale, il volley incassa dalla pubblicità un terzo di quanto faceva nel 2008.

In questo senso, potrebbe aiutarvi puntare su una maggiore notorietà degli atleti come ai tempi di Velasco.
Approfitto per ricordare che domani abbiamo organizzato una rimpatriata dei ragazzi del coach argentino: saranno con noi prima e dopo l’incontro. Per quanto riguarda gli attuali protagonisti della Nazionale, stiamo puntando molto sulla loro immagine, come dimostrano gli spot promozionali di Italia – Giappone.

Rimaniamo su Velasco. L’icona del volley azzurro l’anno prossimo allenerà Modena.
E’ rimasto nel cuore degli italiani. Tempo fa lessi che se avesse firmato per Modena avrebbe smesso di allenare, non sarebbe andato in un’altra nazione: mi fa piacere saperlo così legato al nostro Paese. Il suo ritorno in panchina è uno di quegli elementi che potrebbe contribuire a dare un ulteriore impulso alla pallavolo a livello di movimento. Per quanto riguarda il campionato, lo aspetta un’impresa ardua: i concorrenti per il titolo sono molto forti”.

Per il campionato c’è tempo, domani inizia il Mondiale: Italia Giappone, Foro Italico di Roma, in diretta su Rai Due dalle 19.30

Potrebbe piacerti anche

Pancalli: “Mondo paralimpico in forte crescita”

Giornata intensa per lo sport per disabili a Roma e tour de force per ....

Ciclismo in Italia visto dal presidente Di Rocco

In attesa delle presentazione ufficiale di domani delle Nazionali azzurre di ciclismo, impegnate ai ....

Diritti civili e sport, da Atene 1906 alla NFL

Chi aspettava una ennesima protesta dei giocatori di football – sulla scia di quanto ....