fbpx

    Video Didn’t Kill the Radio Star, buon compleanno MTV!

    Fotografia: Shutterstock

    Il 1° agosto del 1981, negli Stati Uniti, andò in onda per la prima volta il canale televisivo MTV, ormai un vero e proprio pezzo di storia della nostra cultura.

     

    Sono passati ben 38 anni da quando il presentatore televisivo John Lack pronunciò le parole “Ladies and gentleman, rock and roll” (“Signore e signori, rock and roll“) mentre scorrevano le immagini dell’intera preparazione al lancio dello Space Shuttle Columbia, avvenuto nell’aprile di quell’anno.

    A queste parole seguì subito il tema musicale originale di MTV – un brano rock di Jonathan Elias e John Petersen – mentre il video mostrava lo sbarco del primo uomo sulla luna con in mano una bandiera che, al posto della Stars and Strippes americana, mostrava il logo di MTV.

    L’idea di utilizzare questa emblematica scena fu dei produttori originari, Alan Goodman e Fred Seibert, i quali intendevano trasmettere allo spettatore la netta sensazione di assistere ad un momento storico.

    Ed in un certo senso fu così, perché MTV – acronimo di Music Television – aveva come intento principale quello di trasmettere una grande quantità di video musicali, introdotti da diverse e variegate personalità che hanno preso col tempo il nome di VJ (Video Jockey), rivoluzionando così i connotati di un tipo di arte che, sin dagli albori dell’umanità, si serviva di un solo ed unico senso di percezione fisica: l’udito.

    Tuttavia, nonostante un impatto iniziale fenomenale – proseguito in realtà fino agli inizi del secondo millennio – il canale americano e la stessa diffusione audiovisiva della musica in generale hanno progressivamente perso molto del fascino che possedevano un tempo, tant’è che dal 2000 in poi la stessa MTV ha iniziato a trasmettere una serie smisurata di reality show, serie televisive indirizzate soprattutto al target degli adolescenti ed ai “giovani adulti”.

    MTV, col passare degli anni ed il calo degli ascolti, ha inoltre lanciato (per il mercato americano) moltissimi canali tematici, alcuni dei quali sono in seguito diventati addirittura indipendenti.

    C’è da dire però che l’influenza che MTV ha avuto sul pubblico di tutto il mondo e sulla cultura pop tutta – in particolare sulle questioni relative alla censura, all’attivismo sociale ed alla diffusione di una certa apertura mentale e di pensiero – è stata a dir poco fondamentale per la formazione di quella auto-coscienza che caratterizza profondamente, oggi, coloro i quali possono considerarsi veramente “liberi”.

    E sebbene il mondo e la stessa MTV, ai giorni nostri, siano nettamente cambiati rispetto a qualche decina di anni fa, non possiamo non essere riconoscenti a questo canale televisivo che, tra luci ed ombre, alti e bassi, ha segnato un tassello fondamentale nella nostra storia.

    Oggi, 1° agosto 2019, vogliamo fare i nostri migliori auguri ad MTV, riproponendo il primo videoclip che – con enorme forza evocativa e metaforica – andò in onda ormai 38 anni fa: