fbpx

    “Valli Resilienti”, cicloturismo e sotenibilità

     
    Il rilancio della montagna bresciana parte da “Valli Resilienti”, una Greenway con oltre 70 percorsi per 3000 chilometri di strada che promuove un modello di turismo sostenibile e rigenerativo

     

    Cicloturismo e sostenibilità insieme nel progetto “Valli Resilienti” per rilanciare il territorio più interno della Val Trompia e Val Sabbia e che vede protagoniste le due valli unite in uno sforzo verso il cambiamento.

    Le ciclovie italiane generano un indotto che, secondo le ultime rilevazioni di Legambiente, supera i sei miliardi di euro. La Greenway sulle montagne bresciane promuove un modello di turismo sostenibile e rigenerativo, con più di 70 percorsi e 3000 chilometri di strada. Il progetto mira anche a migliorare la qualità della vita per chi abita, con i servizi di prossimità per gli abitanti gestiti in rete attraverso cooperative sociali e azioni di valorizzazione di prodotti locali e ad attrarrea nuovi residenti, turisti o investitori.

    Il progetto, inaugurato domenica 29 settembre a conclusione della settimana internazionale della mobilità, comprende un territorio vasto e pensato per soddisfare ogni tipo di ciclista, dallo spericolato mountain biker, alle famiglia che vogliono godersi un percorso panoramico. Tutti i percorsi della Greenway delle Valli Resilienti sono stati realizzati senza consumare suolo, e senza interventi invasivi, rispettando i criteri di sostenibilità ambientale e valorizzando i tracciati esistenti attraverso la segnaletica.

    I percorsi

    “Crinale”: 65 chilometri, 2558 metri di dislivello e solamente il 20% del tracciato su asfalto; la partenza è fissata al selvaggio Passo del Maniva e il punto di arrivo è la città di Brescia. Un percorso adatto per i più esperti e in cerca di adrenalina.

    “Slow 01”:  lungo la pista ciclabile del fiume Mella che si snoda da Brescia a Bovegno (40 chilometri) adatto a tutta la famiglia.

    In tutto sono nove i tour della Greenway delle Valli Resilienti: tre dalla durata di due giorni e tre dalla durata di tre giorni. Uno dei più suggestivi è il “Giro della Corna Blacca”, un itinerario ad anello per le mountain bike che si snoda per 99 chilometri tra le cime montuose delle Valli Resilienti.

    Lungo le strade sono diversi i siti di interesse storici, culturali, naturalistici, enogastronomici, che si snodano lungo i percorsi, si possono trovare numerose strutture ricettive bike-friendly che offrono ai cicloturisti vari servizi di supporto dal noleggio delle biciclette, al riparo e alla cura della bici, alla riparazione e assistenza, al trasporto e ad accompagnatori e guide turistiche.