Vacanze? I consigli di chi ha visto tutti i Paesi del mondo

Fotografia: Fabio in Arizona, Antelope Canyon

Fabio Cao, 38 anni, milanese. Vive tra Londra e Barcellona ed è famoso per aver visitato 198 Paesi del mondo. Lo abbiamo incontrato e gli abbiamo chiesto quali sono i luoghi più sopravvalutati e quali quelli da vedere almeno una volta nella vita, il posto più caro del mondo e la meta perfetta per la prossima estate.

A che età il primo viaggio e quando l’ultimo?

Il primo viaggio fu una vacanza a Stoccolma, avevo 17 anni e viaggiavo solo. Internet agli albori, un inverno freddissimo e qualche complicazione di viaggio, non fu semplicissimo!. L’ultimo a Siviglia per la feria de abril, durante la quale per 10 giorni la città si ferma e si trasforma in un posto fiabesco con cavalli e carrozze, donne vestite con i tipici abiti del flamenco e atmosfera irreale.

Come accade che un uomo a 38 anni abbia visitato 200 Paesi del mondo?

Bella domanda! diciamo che ho sempre avuto pensieri un po’ fuori dagli schemi e fin da adolescente ho iniziato ad avere una grande curiosità e fantasticavo guardando mappe, cartine dei vari posti del mondo. Andando via dall’Italia appena compiuti i 18 anni, ho iniziato ad assaporare il piacere del viaggio e del mettersi alla prova con mentalità, lingue, usi diversi dai nostri, così appena ho potuto ho iniziato a muovermi e oggi, dopo esser riuscito a visitare tutte le nazioni del mondo, sono ancora alla ricerca della prossima meta, della prossima sfida. 

 Per viaggiare sereni bisogna avere un porto sicuro dove rientrare?

Ci sono diverse scuole di pensiero al riguardo: ho conosciuto viaggiatori che non hanno e non vogliono una “casa”, una base, e altri che invece fanno ritorno da qualche parte. Io appartengo alla seconda categoria; avere un posto che il tuo corpo riconosce come “casa” è importante, soprattutto quando si rientra da viaggi faticosi o che hanno messo alla prova. 

Il tuo porto sicuro dov’è? 

Tra Londra e Barcellona. 

I social accompagnano i tuoi viaggi? 

Posto le foto dei miei viaggi sui social www.facebook.com/fabiocao (Instagram: fabiocaoscorpio) mostrare le cose più belle o curiose che ho la possibilità di vedere. Il mio intento non è mai stato quello di crearne un business, lo faccio per me, mi sfido, mi metto alla prova per cercare di fare una cosa che in pochi al mondo sono riusciti a fare, siamo 170 persone in tutto ad aver visto tanti Paesi!

Tu e il tuo passaporto, il vostro rapporto.

Il passaporto è il mezzo senza il quale non sarei riuscito a raggiungere il mio obiettivo e quello italiano ha un valore molto alto nel ranking mondiale, sicuramente tra i primi 5 al mondo. Una curiosità: ho usato 7 passaporti, visitato tutte le nazioni del mondo, ma non ho mai avuto la patente!

Quanto hai speso per tutti i tuoi viaggi? Chi li finanzia?

Fare un calcolo totale è impossibile, soltanto l’anno scorso ho preso all’incirca 100 voli quindi fare un calcolo diventa complicatissimo. Mi sono sempre  autofinanziato, vengo da una famiglia di classe operaia, possiamo sfatare il mito che si debba essere necessariamente ricchi o figlio di papà per fare quel che ho fatto io! Negli ultimi 8 anni poi, insieme al mio socio, abbiamo creato un’impresa che gestisce ostelli, No Limit Hostels ( http://nolimithostels.com/en/ ) e con una parte dei miei guadagni copro i costi dei viaggi. 

Qual è il posto che ricordi come il più caro del mondo? 

Norvegia, Tokyo, Bermuda, Nauru e l’Angola.

 Il Paese da vedere almeno una volta nella vita?

Posso dartene tre? Gli Stati Uniti, Hong Kong e il Sud Africa. 

 Qual è la meta che più ti ha deluso?

Una su tutte Bali: spiagge mediocri e destinazione commerciale. Altre mete poco conosciute che non consiglierei sono le Comoros, Djibouti e la Guyana. 

 Le donne più belle che hai visto di quale nazionalità?

La Giamaica, alcune città degli Stati Uniti come New York e Los Angeles, Colombia, Venezuela e Serbia.

Dove hai mangiato meglio?

Non sono un fanatico del cibo, devo dire che il Tiramisù che fa mamma non l’ho trovato in nessun altro posto del mondo! 

 Una meta esotica imperdibile per l’estate 2018?

Kiribati, una nazione di isole sparse nell’Oceano Pacifico poco visitate dai turisti e abitate da gente sempre sorridente. 

Anche Fabio Cao, come Henry Favre ( https://www.maximitalia.it/henry-viaggiator…inario-a-22-anni/), è tra i vincitori del “Free Travelers’ Awards”, l’evento italiano che premia viaggiatori straordinari provenienti da ogni parte del mondo, uomini e donne, 18 in tutto, che si sono distinti per le straordinarie imprese realizzate. La manifestazione, presieduta da Giovanni Bozzetti, è stata ideata e prodotta da EFG Consulting e sponsorizzata dal Gruppo Free-Free Energia. La selezione dei viaggiatori è stata curata in collaborazione con il Dubai Travellers Festival, evento giunto con successo alla sesta edizione negli Emirati Arabi Uniti, ideato e diretto dallo Sceicco Awad Mohammad Bin Mejren.

  • Mostra Commenti

L indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati *

Commento *

  • name *

  • email *

  • website *

Potrebbe piacerti anche

Las Vegas: l’arte contemporanea al Palm Casino Resort

Total restyling da 620 milioni di dollari del Palms Casino Resort di Las Vegas ....

Le Isole Vergini preparano il rilancio

A distanza di otto mesi dal passaggio degli uragani Irma e Maria sulle meravigliose ....

Msc Crociere presenta la vinotherapy “Bocelli wines”

MSC Crociere, ha lanciato una collezione firmata ed esclusiva di trattamenti SPA creata con ....