fbpx

    Uso improprio del Pronto Soccorso aumenta l’attesa

    Fotografia: File nei Pronto Soccorso, problema diffuso (Shutterstock)

    Da recenti indagini è emerso che su 20 milioni di pazienti che arrivano ogni anno in pronto soccorso, 3 milioni tornano poco dopo in ospedale perché visitati ‘a pezzetti’, ovvero di volta in volta dal cardiologo o dal neurologo o dal diabetologo, ma non curati con il necessario sguardo d’insieme.

    Secondo il 16° Rapporto annuale “Ospedali & Salute 2018”, promosso dall’Associazione Italiana Ospedalità Privata (AIOP) e realizzato dalla società Ermeneia – Studi & Strategie di Sistema, altro problema riscontrato e più volte denunciato riguarda i tempi di attesa: in media tra le 3 e le 10 ore prima di essere visitati.

    Concorre ad alimentare questo problema, l’uso improprio del Pronto Soccorso stesso, che diventa in diversi casi un escamotage per accedere più rapidamente alle prestazioni sanitarie. Emerge dal. Oltre il 50% degli italiani ricorre ai dipartimenti di emergenza quando non trova una risposta dalla medicina territoriale; mentre, in più di 1 caso su 4, tenta, direttamente, la strada del Pronto Soccorso come soluzione per ridurre i tempi di accesso a visite, accertamenti diagnostici e ricoveri, con tutte le conseguenze negative che ne derivano rispetto all’affollamento degli ospedali, costretti a far fronte a un numero crescente di pazienti, in molti casi senza avere le risorse e gli strumenti adeguati.

    Il 28,2% di coloro che vi si sono recati nell’ultimo anno, lo ha fatto in presenza di un disagio non grave; mentre il 6,9% lo ha fatto per la mancata reperibilità del medico di famiglia, per l’insorgere del problema di salute fuori dall’orario di visita o nel fine settimana. A causa dell’afflusso eccessivo e delle attese che ne derivano, il 24,4% degli utenti lamenta una scarsa soddisfazione del servizio di Pronto Soccorso, percentuale che sale al 36% nel Mezzogiorno.

    Potrebbe piacerti anche

    Problemi a letto? Ecco i sostituti del Viagra

    La disfunzione erettile colpisce il 40% della popolazione maschile e, negli ultimi 20 anni, ....

    Ragazzi e smartphone, i numeri dell’allarme

    Il territorio delle conseguenze da uso prolungato di smartphone è in parte inesplorato. Quelle ....

    Peso in eccesso: ecco come affrontare la dieta

    E’ noto che molte persone non percepiscono il peso in eccesso come un problema fisico e ....