fbpx

    Usain Bolt: doppietta e test antidoping – VIDEO

    Fotografia: Bolt in festa dopo una rete (Ansa)

    Fulmine a ciel sereno per chi ha fatto della saetta un simbolo della propria carriera da velocista.

    Usain Bolt, il centometrista più veloce del mondo, da agosto in prova con il Central Coast Mariners – squadra di calcio della A-League, la stessa in cui ha militato Alex Del Piero con il Sydney Fc – dovrà sottoporsi a un test antidoping anche se non è ancora un giocatore della compagine australiana.

    Come faccio a fare un test antidoping oggi? Non sono ancora un calciatore professionista“. Si è sfogato in un video postato su Instagram l’ex velocista, stupito di ricevere una richiesta da parte dell’Asada (l’Agenzia antidoping australiana).”Quindi, ragazzi mi sono ritirato dall’atletica leggera cercando di diventare un calciatore, ma guardate questo – ha continuato l’otto volte campione olimpico , mostrando l’avviso del controllo – ho chiesto ‘perché mi sottopongo ad un test antidroga quando non ho ancora firmato per un club?’ e mi è stato risposto che sono un’atleta d’élite, quindi devo farlo. Okay allora”.

    L’avviso dell’ Asada, che richiede un esame di sangue e urina, sembra essere stato emesso dalla federcalcio australiana (Ffa) visto che il 32 giamaicano, che ha lasciato l’atletica lo scorso anno, è ufficialmente registrato con il club, anche se ‘in prova’. Difficile, quindi, che possa esimersi dal rispondere alla richiesta.

    Bolt reduce da un test amichevole vissuto da protagonista contro un team di serie B, il Macarthur South West United: schierato al centro dell’attacco, ha realizzato due goal, ricevendo altrettante standing ovation dai tifosi presenti al Campbelltown Stadium.

    Adesso, a pochi giorni dall’esordio in campionato (domenica 21 contro il Brisbane Roar), per i Mariners rimane da risolvere il rebus maggiore: Bolt sarà ingaggiato con tanto di regolare contratto o no?