fbpx

    US Open, grande attesa per Tiger Woods

    Fotografia: Tiger Woods allo US Open del 2015 (ANSA)

    Ancora 48 ore di attesa per l’edizione numero 118 dello US Open – uno dei quattro Major di golf assieme all’Open Championship, l’Augusta Masters e il PGA Championship – in programma dal 14 al 17 giugno allo Shinnecock Hills GC  di Southampton (New York).

    Il secondo major stagionale vedrà un parterre straordinario di golfisti: da Dustin Johnson (tornato in vetta alla classifica mondiale) a Justin Thomas, passando per Tiger Woods e Francesco Molinari, con Brooks Koepka che proverà a bissare il successo dello scorso anno. Tra i favoriti al titolo anche Justin Rose, Jordan Spieth, Jon Rahm, Rory McIlroy, Rickie Fowler, Jason Day e Hideki Matsuyama.

    Dopo il trionfo nel BMW PGA Championship e il secondo posto all’Open d’Italia (primi due appuntamenti delle Rolex Series European Tour), Francesco Molinari, unico azzurro in gara, cercherà di portare a casa il primo successo in un major ed entrare definitivamente tra i big mondiali.

    Il protagonista più atteso sarà Tiger Woods. La leggenda californiana, che tornerà a giocare lo US Open tre anni dopo la sua ultima apparizione a Chambers Bay, vuole il poker (dopo i successi 2000, 2002 e 2008) che gli permetterebbe di raggiungere Willie Anderson, Bobby Jones, Ben Hogan e Jack Nicklaus che, con 4 vittorie a testa, detengono il record di trionfi nel torneo. “In questo ultimo periodole parole di Woods alla vigilia del torneo – ho lavorato duramente per farmi trovare pronto. Il campo è cambiato molto negli ultimi anni e i fairway sembrano essere molto più larghi adesso che allora. Se proverò a vincere? Naturalmente. E’ quello che faccio da sempre“.

    Per lo spagnolo Garcia non ci sono dubbi: “Woods è uno dei favoriti alla vittoria finale. Ha ritrovato un ottimo stato di forma ed è in grado di lottare per il titolo“.