fbpx

    Una palla di fuoco attraversa il cielo della Sardegna

     

     

    E’ da poco trascorso San Lorenzo, la notte delle stelle cadenti, che il cielo ha regalato un altro spettacolo bellissimo, un meteorite. “Sembrava un razzo segnalatore”, i commenti degli spettatori

    Lo scorso 16 agosto un meteorite ha illuminato il cielo della Sardegna e del Mediterraneo centro-occidentale, è stato avvisato in Francia, Italia, Spagna, Svizzera e Tunisia. Le immagini della notte sono spettacolari e sembrano un film di fantascienza. Pochi secondi sono bastati per vedere un lampo di luce e una scia luminosa che correva verso ovest. A volte è associato anche a un suono ma in questo caso, con centinaia di avvistamenti postati sui social, nessuno ha sentito nulla.

    Era “così grande da rilasciare nell’atmosfera un’energia stimata di 0,1 chilotone di TNT ed è stato rilevato nelle indagini infrasuoni del Comprehensive Nuclear-Test-Ban Treaty CTBTO”. Lo rivela l’International Meteor Organization (Imo) sostenendo che il “bolide” (termine tecnico per questo tipo di asteroidi) correva ad una velocità di 14 km al secondo.

    Secondo La NASA il meteorite è stato il più grosso mai esploso in Italia. Le sue dimensioni erano davvero preoccupanti. La massa del meteorite era di circa 4 tonnellate, aveva una densità di 3000 kg/mü e una dimensione di circa 1,4 metri, che corrisponde a una massa superiore a 4 tonnellate. Per il Planetario dell’Unione Sarda – che oggi riporta il parere in merito – l’esplosione della meteora ha prodotto un’energia pari a 86 tonnellate di tritolo: una deflazione circa 400 volte più potente di quella prodotta nell’esplosione delle campate del Ponte Morandi di Genova.