fbpx

    Ultimo è ancora primo!

    Fotografia: ansa

    A ben quattro settimane dall’uscita del suo nuovo album “Colpa delle favole” Niccolò Moriconi, in arte Ultimo, è ancora saldamente in testa alla classifica degli album più venduti in Italia secondo Fimi.

    Dopo la vittoria di Sanremo giovani 2018 ed il secondo posto tra i big di quest’anno, il cantautore romano torna in vetta alle classifiche con l’album della definitiva consacrazione.

    “Colpa delle favole” è infatti la chiusura di un cerchio iniziato nel 2017 con “Pianeti” e proseguito pochi mesi dopo con “Peter Pan”; un percorso che ha portato il giovane cantante ad una maturazione artistica riscontrabile dagli stessi testi del nuovo album.

    Non a caso, a farsi strada tra le nuove 13 tracce è soprattutto la consapevolezza: la figura di Peter Pan torna in una veste diversa, più matura, più cosciente dei problemi degli adulti e per questo più dirompente quando esplode nella malinconia di “Rondini al guinzaglio”. Crescendo, purtroppo, si capisce che nulla è per sempre, e che anche un ambizioso progetto può incontrare degli scogli come in “Quella casa che avevamo in mente”.

    Ma, come nelle migliori favole, la speranza è sempre l’ultima a morire: è un mondo fatto per chi ha il coraggio di amare, di mettersi in gioco e di non arrendersi mai; ecco allora che “La stazione dei ricordi” ci riporta ad un passato lontano, nel quale possiamo ritrovare noi stessi e ricordarci chi siamo e, soprattutto, chi eravamo quando abbiamo iniziato il nostro cammino. In questa traccia Ultimo sperimenta una nuova stazione i cui ascoltatori siamo noi stessi, attenti alla messa in onda del nostro pezzo preferito, quei “sogni appesi” mai messi veramente da parte.

    E poi c’è la romanità, vero e proprio genius loci di Ultimo, di “Fateme Cantà”, che strizza l’occhio agli storici stornelli capitolini e la spensieratezza di “Aperitivo grezzo”, con il quale il cantautore racconta a sé stesso la bellezza dei migliori anni.

    C’è amore, tanto amore in Niccolò e nei suoi testi. Che sia per le favole, per lo starsene “Fermo” o per se stessi, l’autore di “I tuoi particolari” ci ricorda sempre qual è il nostro rifugio personale: quell’Isola che non c’è che ognuno di noi ha, quel posto in cui ci sentiamo a casa ed in cui Ultimo ci riconduce, ma stavolta con la consapevolezza di un adulto che per “Colpa delle favole” non invecchierà mai davvero.