fbpx

    Triggiano: la magia diventa spettacolo teatrale

    Fotografia: Una delle illusioni in scena

    Al Teatro della Luna di Milano, il 5, 6 e 7 aprile riprende il “Real Illusion” – Tour 2019, one man show dell’illusionista di fama mondiale Gaetano Triggiano, considerato il “David Copperfield europeo”.

    Si tratta di uno show concepito con un nuovo modo di fare magia, dove le illusioni non sono più elementi a sé stanti ma inglobate in un linguaggio teatrale. Con un continuo lavoro di perfezionamento e di ricerca, di studio e di progettazione, l’artista continua a stupire il pubblico creando le illusioni più strabilianti. “Real Illusion” è una esperienza unica, che cattura e fa sognare adulti e bambini, fin dai primi istanti, portando sul palco effetti speciali che fanno da cornice a situazioni surreali, apparizioni, colpi di scena e trasformazioni ad una velocità estrema. Energia, rapidità, forza, passione, poesia, amore, mistero e soprattutto magia: un susseguirsi incalzante e coinvolgente di storie, avventure, tensione, suspense, ma anche di momenti divertenti, che proietteranno il pubblico in un mondo in cui ogni limite razionale è superato, e dove le leggi della fisica sono stravolte al 100%.

    Sul palcoscenico, Triggiano sarà affiancato da un cast di ballerine ed accompagnato dall’originale e coinvolgente musica del Maestro Angelo Talocci.

    Lo spettacolo vanta la direzione artistica di Arturo Brachetti che così racconta lo show: “La ‘magia’ non è una forma d’arte, è una necessità. Tutti noi ne abbiamo bisogno per poter sognare e avere una conferma, anche se fittizia, che esiste una realtà migliore, dove tutto può succedere: volare, sparire, risorgere. Il pubblico preferisce sognare di essere ‘magico’ piuttosto che constatare i propri limiti terreni. Gaetano ha come sempre dedicato tutta la sua energia a pensare, costruire e metter in scena nuove ambientazioni e coreografie per le sue illusioni, sempre caratterizzate da ritmo incalzante ed energia pura. Per ‘Real Illuision’, abbiamo immaginato un luogo surrealista, come lo scheletro di una fabbrica abbandonata da Gustave Eiffel sulle nubi, una specie di attracco vittoriano sospeso nei cieli, dove persino Giulio Verne avrebbe potuto agganciare una mongolfiera. In questo luogo senza tempo, la magia prende vita e ci abbandoniamo al viaggio di fantasia. Gaetano Triggiano è il timoniere e ci porta, come bambini estasiati e increduli a scoprire emozioni che avevamo dimenticato”.

    I