Trieste, nuovo Campo Marzio per turismo su rotaia

Fotografia: Un treno storico a Campo Marzio (Grzegorz Czapski / Shutterstock.com)

Nuova vita per la stazione di Campo Marzio di Trieste che, al termine di una ristrutturazione, diventerà un “hub” per i treni turistici da e per il capoluogo giuliano, l’intera regione e l’Europa centro-orientale.

La stazione Campo Marzio era il secondo scalo ferroviario di Trieste per importanza; dal 1960 è chiusa al traffico viaggiatori ed è utilizzata per l’effettuazione di treni storici amatoriali: ospita il museo ferroviario omonimo.

Con  l’intesa sottoscritta oggi tra Regione Friuli Venezia Giulia e Fondazione FS è partita la ristrutturazione complessiva dell’antico complesso ferroviario asburgico, che oltre alla riapertura del Museo Ferroviario – prevista per il 2019 – comprende il ripristino della copertura vetrata dei binari, un ristorante e un albergo ‘a tema’ ferroviario e altri esercizi a servizio del turismo ‘su ferro’, per una spesa complessiva di 18 milioni di euro, di cui 5 già stanziati.

Campo Marzio diventerà una stazione dove si attesteranno treni turistici dall’Austria e dalla Slovenia, oltre che dall’Italia, e troveranno posto una serie di servizi museali di tipo interattivo. Tutto intorno una zona riqualificata. Le stazioni diventeranno luoghi di sosta ma soprattutto stiamo lavorando per intercettare il turismo dei ciclisti che salgono verso l’Austria. Il Rondò di Trieste tornerà a correre tra Campo Marzio e Miramare.

Potrebbe piacerti anche

Matera: 629/a festa di Maria Santissima della Bruna

    Dopo l’accordo con la Regione Puglia per la valorizzazione dei siti Unesco divisi ....

Mina, i Lego, la silent disco: a Cremona esplode la Tec-Night

La Cremona antica abbraccia il futuro digitale a tre dimensioni: il 9 giugno dalle ....

Turismo sportivo, giro d’affari da 6 mld di euro

Esiste un turismo per ogni settore, realtà nuove come il turismo naturalistico e affermate come quello ....