fbpx

    “The Manellis”, ritratto glamour di famiglia

     

    Un’altra interessante serata all’Howtan Space, il salotto romano dell’artista persiano Howtan Re con la direzione artistica di Andrea Saran, per presentare la prima mostra fotografica di Giulia Manelli, a cura di Alice D’Amelia.

    The Manellis” è la storia di una famiglia raccontata tramite lo sguardo della sua ultima generazione, con le foto sono state scattate in un arco temporale che va dal 2008 al 2019. Giulia ha catturato le trasformazioni dei cinque protagonisti che da bambini diventano adolescenti, senza rinunciare alla caratteristica glamour della foto di moda.

    Valentina, Ivan, Adrian, Federico e Alessandro indossano i vestiti appartenuti ai loro nonni, zii, genitori come dei modelli da copertina, mentre posano nei luoghi della loro terra dando un significato nuovo al simbolo di un legame indissolubile. La vulnerabilità di quell’età, il dolore e la spensieratezza prendono la forma di un combattimento e di una danza, di una lenta oscillazione tra passato, presente e futuro. Costellazioni familiari che toccano nel profondo ciascuno di noi, portandoci a rileggere i nostri affetti, le nostre perdite, il nostro vissuto.

    A presentare la mostra, una nota del fotoreporter Stefano De Luigi: «Sono loro, “I Manellis”, che portano in seno la storia che è di Giulia, questo si percepisce molto chiaramente da come l’autrice cerca ogni volta un richiamo al passato, nel tentativo elegante di sottrarre al tempo la sua opera distruttrice di memoria. Un lavoro profondo, in cui Giulia Manelli si libera, cominciando a scrivere la sua storia di autrice, guardandosi dentro attraverso i corpi, i gesti e le gesta di giovani che hanno la voglia di mangiarsi il mondo. Quella voglia che è anche la sua.»

    La serata ha visto tante presenze, tra i volti noti gli attori, Lorenzo Balducci, le attrici Astrid Meloni, Lidia Vitale, Melissa Anna Bartolini, il regista Simone Catania con il produttore Cristiano Gerbino, e il regista a produttore Michele Fornasero, la resident curator dell’Howtan Space Barbara Martuscello, e Ursula Seelenbacher, Perla Nahum, Giorgia Giacobetti.

    Fino al 3 dicembre.