fbpx

    Tatuaggi, uno strumento di comunicazione

    Fotografia: Tatuaggi, moda e passione (Denis Shevyakov / Shutterstock.com)

    Se una volta i tatuaggi erano considerati “roba” da delinquenti, carcerati e marinai, oggi sono una cosa non solo normale ma anche una moda al centro di fiere internazionali, tanto che, nel nostro Paese, il 12,8% della popolazione adulta (tra i 18 e i 44 anni) ne ha almeno uno.

    Questi, altri dati e una storia di questa pratica sono stati raccolti nel libro ‘Sulla nostra pelle. Geografia culturale del tatuaggio’ di Paolo Macchia e Maria Elisa Nannizzi. Si tratta di un percorso storico e sociologico, partendo anche dai dati sul fenomeno in Italia, e facendo anche un censimento dei tatuatori italiani: quasi 2800, per lo più al nord (quasi il 60%, Lombardia in testa), davanti al centro Italia, mentre al Sud la presenza di queste imprese è meno di un quinto del totale. Il libro rivela che “nella Grecia e nella Roma antiche il tatuaggio fu utilizzato come stigma per marchiare fuggiaschi o prigionieri di guerra: con la diffusione del Cristianesimo, che ripudiava ogni forma di marchio sul corpo, il tatuaggio perse invece la sua importanza, ma resistette durante il Medioevo dove fu particolarmente in voga fra i pellegrini. Per tutto il periodo moderno ha mantenuto quindi soprattutto un significato punitivo per marchiare prostitute, criminali e schiavi“.

    Nel Novecento i tatoo si riprendono la scena con i grandi cambiamenti politico-sociali: hippie, punk, biker e skin-head ostentano i loro simboli. Fino alle mode di oggi con calciatori, cantanti e personaggi dello spettacolo che li ostentano come trofei. “Oggi – spiega Macchiala pelle è uno strumento di comunicazione che non parla più a un gruppo, ma al singolo e del singolo e dunque, dato che non esiste più un linguaggio codificato, per sapere cosa significa un tatuaggio, occorre chiederlo a chi lo indossa“.

    Potrebbe piacerti anche

    Weekend a teatro: School of Rock, mostri e migranti

    Arriva il weekend ed ecco qualche consiglio per passare una serata o un pomeriggio ....

    Comics-Bonelli stupisce con I Bastardi di Pizzofalcone

    Dopo il successo della versione a fumetti dei romanzi del Commissario Ricciardi, si rinnova ....

    A Rovereto si viaggia…nello spazio

    Il primo sbarco dell’uomo sulla Luna, nel luglio del 1969, non è stata solo ....