fbpx

    Tarantino fa sul serio? Il regista saluta la cinepresa

    Fotografia: ansa foto

    Durante un’intervista con Peter Travers su “Once upon a time in Hollywood…”, Tarantino ha confermato la decisione di voler abbandonare la macchina da presa 

    Quentin Tarantino sembra fare sul serio: dice addio ai film, ma rimarrà comunque nel circuito “creativo” del cinema. Durante un’intervista con Peter Travers in cui ha parlato del suo ultimo film, alla domanda del giornalista sul suo futuro Tarantino ha replicato:

    Credo che sia arrivato il momento di entrare nel terzo atto della mia vita. Intendo accostarmi di più allo scrivere, vorrei essere un padre, ed un nuovo tipo di marito. Non voglio sbalzare la mia famiglia in Germania o Sri Lanka, o in qualsiasi altro posto farò il prossimo film. Voglio stare un po’ più a casa, e diventare più un uomo di lettere. E poi penso che dirigere un film sia una cosa da giovani. Il mondo del cinema sta cambiando, ed io faccio parte della vecchia guardia

     

     

    Il riposo del guerriero. Il regista ha intenzione di prendersi un po’ di tempo per leggere, studiare, scrivere; vuole rimanere all’interno del circuito, magari scrivere libri sul cinema, come aveva già dichiarato qualche tempo fa, e dedicarsi alla famiglia. Ma niente più film, quella è roba per giovani.

    I fan del regista di Pulp Fiction sono increduli, così come tutto il mondo del cinema dove Tarantino, volenti o nolenti, occupa un posto nell’olimpo dei registi. Once upon a time in Hollywood… è in corsa per gli Oscar 2020 con 10 nominations tra cui miglior film, miglior regia e miglior attore protagonista e non protagonista.

    Tra questi c’è chi sostiene che il regista, in buona sostanza, stia bluffando. Non che abbia orchestrato tutto, ma che non riuscirà ad ingabbiare la sua potenza creativa e che tornerà dietro la macchina da presa.

    Ricordiamo che Tarantino aveva già dichiarato di voler lasciare il ruolo di regista: era più o meno l’estate scorsa, durante un’intervista ad un noto giornale australiano. Quella a Peter Travers è solo una conferma.

    Se questo è vero, però, è vero anche che a Dicembre, in un’intervista a FoxNews di cui vi abbiamo parlato qui, Tarantino aveva manifestato la possibilità di girare un nuovo Kill Bill vol. 3. Il regista aveva dichiarato che non ci avrebbe lavorato prima di tre anni e che per il momento era soltanto una “buona idea”, ma comunque si vedeva ancora dietro la cinepresa.

    Bounty Law

    Intanto non arriva la smentita su Bounty Law, la serie tv western composta, forse, da 5 episodi di cui Tarantino avrebbe già scritto la sceneggiatura. In questo caso, pare che dovrebbe occuparsi anche della regia. Trovate tutte le info su Bounty Law in quest’articolo.