Lo Stato Sociale, i “regazz” infiammano Roma

    “Amatevi bene, amatevi male, amatevi c***o vi pare”. Diretti, motivati e per niente scontati, i cinque ‘regaz che fanno canzonette’, hanno acceso la notte di Rock in Roma con la loro festa estiva. Albi, Bebo, Lodo, Carota e Checco, ovvero Lo Stato Sociale sembra di vederli mentre si esibiscono nei locali della loro Bologna immaginando di suonare nel resto d’Italia. Oggi ci sono veramente in tour e ieri sera hanno scaldato ed emozionato il pubblico di Roma all’Ippodromo delle Capannelle.

    La band emiliana capitanata da Lodovico Guenzi è divenuta nota al grande pubblico dopo essere arrivata seconda all’ultima edizione del Festival di Sanremo, ma le origini del gruppo risalgono a diversi anni prima, quando cantavano “Turisti della democrazia” e si facevano notare ai primi concorsi musicali. Un periodo che Lo Stato Sociale ha ripercorso ieri proponendo ai fan un viaggio nel tempo attraverso i diciassette brani contenuti in Primati, la prima raccolta di successi pubblicata lo scorso 9 febbraio.

     

    Apertura con Mi sono rotto il c***o, uno dei primi brani a lanciarli, e chiusura con Cromosomi e il tormentone Una vita in vacanza. Due ore di musiche e coreografie, improvvisate e non, nelle quali il gruppo ha costantemente dialogato con il pubblico, facendosi portavoce di messaggi mai scontati e ironici. Con i fan che ballavano cantando“cosa resta della nostra età se togli la rivolta la rabbia, la fame, la musica, la voglia di scrivere da capo una storia irrisolta. “C’è chi parte e c’è chi resta, in due è amore, in tre è una festa”.

    Attenta da sempre ai temi sociali e civili, la band ha ricordato sul palco Federico Aldrovandi esibendo la scritta ‘Aldro Vive’ lo studente ferrarese per il cui omicidio sono stati condannati in via definitiva quattro agenti di polizia.

    La band ha abituato il pubblico a un modo di calcare la scena decisamente fuori dagli schemi, ultima solo in ordine di tempo la nonna-ballerina che è salita con loro sul palco dell’Ariston, l’ottantatreenne ballerina britannica Paddy Jones.

    Lo Stato sociale esordisce nel 2010 con l’EP autoprodotto Welfare Pop. Nel 2012 esce il primo album, Turisti de

    lla democrazia, per il quale la band bolognese riceve la Targa Giovani Mei e il Premio SIAE “Miglior Giovane Talento dell’anno, vincendo anche la seconda edizione del Premio Buscaglione.

     

    Nel 2014 è la volta dell’album L’Italia peggiore, con la collaborazione di Piotta e Max Collini degli Offlaga Disco Pax. Per le prime due settimane di lancio dell’album, la band ha deciso di destinare a Emergency le royalties per ogni disco venduto in negozio. Nel 2016 pubblicano primo romanzo, dal titolo Il movimento é fermo, per Rizzoli.

    Il 2018 è l’anno dell’incoronazione a Sanremo. Siamo sicuri che ci riserveranno altre sorprese.

    Nomi reali

    Alberto “Albi” Cazzola – voce, basso (2009-presente)

    Francesco “Checco” Draicchio – sintetizzatore, sequencer, programmazione, percussioni, voce (2011-presente)

    Lodovico “Lodo” Guenzi – voce, chitarra, pianoforte, sintetizzatore (2009-presente)

    Alberto “Bebo” Guidetti – drum machine, programmazione, sintetizzatore, sequencer, voce (2009-presente)

    Enrico “Carota” Roberto – voce, sintetizzatore, pianoforte, rhodes, programmazione (2011-presente)

    Scaletta completa:

    Mi sono rotto il cazzo
    Buona sfortuna
    In 2 è amore in 3 una festa
    C’eravamo tanto sbagliati
    Socialismo tropicale
    Fare mattina
    La musica non è una cosa seria
    Sono così indie
    Facile
    Amarsi male
    Te per canzone
    Seggiovia sull’oceano
    Eri più bella come ipotesi
    Medley
    Abbiamo vinto la guerra
    Io, te e Carlo Marx
    Niente di speciale
    Una vita in vacanza
    Cromosomi

     

    Raffaele marino

    Potrebbe piacerti anche

    Teatro Olimpico, presentata la ‘stagione delle grandi coppie’

    La prossima stagione del Teatro Olimpico di Roma propone il ritorno sulle scene di ....

    Reggia di Caserta: iniziative speciali nel giorno di chiusura

    Nel corso degli anni, la Reggia Caserta è stata il set di numerosi film ....

    Rock in Roma, 10 anni e tante novità

    Rock in Roma spegne dieci candeline. Per l’occasione, la manifestazione musicale annuale estiva che ....