fbpx

    Starbucks, dopo Milano arriverà anche a Torino

     
    A fine estate è prevista l’apertura del primo Starbucks di Torino. Dopo Milano, la celebre catena USA continua la sua discesa nella nostra penisola. Il caffè americano riuscirà a conquistare gli italiani?

    Caffè americani, frappucini, muffin, coockies e cupcakes, Starbucks propone agli italiani una colazione tutta nuova. Dopo l’apertura del primissimo Starbucks in Italia, inaugurato lo scorso autunno a Milano, si parlava già di nuove aperture della catena americana in altre grandi città del resto della penisola e tra queste c’era Torino. Riuscirà a conquistare gli italiani e a farsi posto tra cappuccino e cornetto?

    Da quanto rivelato dal Corriere Torino il colosso americano del caffè e delle bevande calde, già presente in 70 paesi nel mondo con oltre 24 mila locali, è prossimo a una nuova apertura sotto la Mole.

    A Milano, il primo locale ha aperto un anno fa nel Palazzo delle Poste di piazza Cordusio, a poche passi dal Duomo. A Torino invece il primo negozio a marchio Starbucks aprirà in centro, in via Amendola.

     

    L’arrivo nel nostro Paese della celebre catena USA è il frutto di un accordo tra Starbucks Coffee Company e il gruppo bergamasco Percassi. La Percassi, unica ad avere la licenza, è proprietaria e gestirà i locali che nasceranno in Italia. Da qualche mese la Percassi sta cercando personale per l’apertura del nuovo Starbuks sabaudo: manager di punto vendita, baristi, camerieri e assistenti (se siete interessati, trovate gli annunci rimanenti di ricerca del personale sul loro sito ufficiale).

    L’apertura del primo Starbucks di Torino è dunque prevista per fine estate – inizio autunno del 2019, si svilupperà su due piani e avrà i classici prodotti del marchio.

    Successivamente, si pensa che la catena americana aprirà altri locali nelle principali stazioni torinesi di Porta Nuova e Porta Susa.