fbpx

    Sperimentazione e arte per la street-style di Gall

     
    Un mondo distaccato e lontano, in un futuro post-apocalittico in cui tutto diventa essenziale, ma anche un viaggio nella mente e nelle visioni del designer Justin Gall che, con Chiara Nardelli Gall, ha dato vita nel 2014 al brand di abbigliamento maschile Gall.
    Dopo essere stato presente alla scorsa edizione di Showcase, oggi il designer ha presentato in passerella ad Altaroma la sua nuova collezione per l’autunno/inverno 2020-21 intitolata “Omnia”, prosecuzione ideale e filosofica delle sue opere precedenti.
    Non è un caso usare il termine opera parlando degli outfit di Gall, perchè alla base delle stampe e della ricerca tessile ci sono le opere d’arte create da Justin. Nebulose macchie nei toni essenziali del rosso, verde e blu, le tonalità del mondo digitale, che si offuscano, si scuriscono, vengono diluiti e arruginiscono, senza mai essere usati puri.
    L’universo di Gall è indefinito, ma sempre alla ricerca dell’essenza e della comodità. Per questo i suoi volumi sono eccessivi e ultra comodi, i suoi capi si riempiono di tasche e si trasformano diventando interscambiabili, si riempiono di imbottiture per proteggere il corpo e per armonizzarsi con le sue forme.