fbpx

    Sofia Borgato, artista romantica: “Sì alla galanteria”

     

     

    Siamo tornati in Italia da Los Angeles per intervistare una Maxim Star del Belpaese, la veneta Sofia Borgato, fotomodella e studentessa universitaria, classe 97′.

    Studi e vive a Venezia. “Appena finiti gli studi superiori al Liceo Artistico – ricorda – mi sono concessa un anno sabbatico trasferendomi a Londra per approfondire e migliorare la lingua inglese. Ho una particolare predisposizione per la pittura e le arti in genere, per questo ho orientato la mia scelta universitaria verso una facoltà di economia ma applicata alle arti e ai beni culturali.

    E’ stata notata sui social e così, quasi per gioco, ha iniziato a posare per servizi fotografici.

    Di natura è solare e con uno spiccato senso dell’umorismo.  Ama ridere e scherzare: “Ho imparato con l’esperienza che mi piace vivere con serenità, dando il giusto peso agli eventi della vita.

    Quando si parla di corteggiamento, invece, è estremamente seria: “Non  vero che l’emancipazione femminile abbia reso superflue tutte le buone maniere, la galanteria e il romanticismo come un mazzo di rose o quei piccoli gesti di cavalleria che, a mio parere, fanno sempre sentire in qualche modo una donna speciale e importante.”

    Ecco, allora, due consigli non scontati per sedurre una donna: “Un uomo per avere successo deve mantenere un certo alone di mistero, non scoprire tutte le sue carte subito ma farsi conoscere pian piano, lasciare qualcosa di nuovo da scoprire su di lui. Inoltre una delle qualità che trovo davvero attraenti in un uomo è che sia sensibile e sicuro di se, questa  è sicuramente l’arma vincente.”

    Quando si parla di forma fisica spiega che alla palestra, che comunque frequenta, preferisce il nuoto, e , se si parla di tempo libero, dice che “tra le frenetiche attività quotidiane di studio e lavoro, è  talmente poco il tempo che troviamo per noi stessi che in quei momenti di libertà mi ritempro giocando alla PlayStation! E’ una passione che ho sin da piccola e ancor oggi quando posso mi svago con qualche divertente partita ai videogame.

    Sul futuro non ha dubbi: “Riguardo le mie aspirazioni future, terminati gli studi mi piacerebbe poter collaborare con le più grandi case d’asta entrando a diretto contatto con il mondo dell’arte, Sotheby’s o Christie’s… magari! E’ uno dei tanti sogni nel cassetto come il poter frequentare l’Accademia di Belle arti di Venezia per far scaturire la mia vena artistica.