fbpx

    Schumacher: la famiglia interviene su Facebook

    Fotografia: Michael Schumacher: la famiglia chiede rispetto privacy (Gustavo Fadel / Shutterstock.com)

    Saranno due i regali che i fan di Michael Schumacher riceveranno domani, in occasione dei 50 anni del sette volte campione del mondo di Formula 1.

    Dopo l’annuncio da parte del Museo Ferrari di una esposizione celebrativa dell’ex pilota, la famiglia di Schumi ha annunciato che sarà disponibile un app dedicata al campionissimo.

    Siamo lieti di festeggiare i 50 anni di Michael domani con voi e vi ringraziamo dal profondo dei nostri cuori, per poterlo fare insiemesi legge in una nota su Facebook della moglie Corinna e dei figli Mick e Gina Maria – Domani, come regalo per Michael, inaugureremo una applicazione che permetterà di rivedere tutti insieme i suoi successi. Come regalo per lui, voi e noi, Keep Fighting Foundation ha creato un museo virtuale. L’app è un’altra pietra miliare nel nostro sforzo di rendere giustizia a lui e voi, i suoi tifosi, celebrando i suoi successi. Vi auguriamo tanto divertimento”. “Michael può essere orgoglioso di ciò che ha raggiunto, e anche noi. Ecco perché ricordiamo i suoi successi con la mostra di Michael Schumacher a Colonia, pubblicando ricordi sui social e continuando la sua opera di beneficenza attraverso la Keep Fighting Foundation. Vogliamo ricordare e celebrare le sue vittorie, i suoi record e il suo entusiasmo. Potete stare certi che è nelle migliori mani e che stiamo facendo tutto quanto umanamente possibile per aiutarlo“.

    Dopo le indiscrezioni del periodico tedesco Bild e la cresciuta attenzione intorno allo stato di salute del campionissimo, la famiglia ha invitato tutti a rispettare la riservatezza della famiglia sull’argomento: “Vi preghiamo di capire che stiamo seguendo i desideri di Michael, se teniamo un argomento così sensibile come la salute, come è sempre stato, nella privacy. Allo stesso tempo, vi ringraziamo per la vostra amicizia e vi auguriamo un anno sano e felice 2019“.

    Una privacy, quella di Schumi, rispettata dagli ex colleghi e dalla persone a lui più vicine. Ieri, l’ex presidente della Ferrari, Montezemolo, aveva dichiarato: “Spero che possa succedere qualcosa ma non voglio dire altro, se non che so che Michael lotta, che ha tanta determinazione e una famiglia magnifica intorno“.