fbpx

    Schermi flessibili su borse, una Vuitton da guardare

    Fotografia: dal sito us.louisvuitton.com

    È solo questione di tempo e gli schermi flessibili saranno inseriti in tanti oggetti che ci circondano.  Louis Vuitton li propone in un set di borse, segnando il debutto dei display flessibili nell’alta moda. Alla sfilata di LV Cruise 2020 a New York questa settimana sono stati presentati due prototipi di borse con display flessibili: una con uno schermo singolo e l’altra con due affiancati. Su entrambe le borse si potevano vedere video di atmosfere cittadine e un altro che ricordava la demo di un browser internet.

    Louis Vuitton dichiara che queste sono “le basi per riconsiderare la tela digitale del futuro”, aggiungendo che è “sempre alla ricerca della fusione tra savoir-faire e innovazione”. La società non ha dato informazioni sulla produzione gli schermi, non sappiamo se sono fatti in-house o se sono stati esternalizzati, e non ha rilasciato indiscrezioni sulla possibile uscita sul mercato di questi modelli. La curiosità dei fan delle borse del lusso hanno già cominciato ad immaginare quanto possano costare questi gioiellini fusion style and tech, di sicuro non saranno a buon mercato, ricordiamo che Louis Vuitton ha auricolari wireless che costano intorno a € 1.000.

    LV dichiara che “L’idea è di pensare alla borsetta come un’estensione dello smartphone”, mirando ad un pubblico esclusivo disposto a pagare qualunque cifra per averne una.