fbpx

    Sandra Milo e la giovane Iole Mazzone in “Eclissi”

     
    Sandra Milo e Iole Mazzoni
    Sandra Milo, un’icona del nostro cinema, ci ha confidato che si è voluta fare un regalo recitando accanto alla giovane Iole Mazzone in “ECLISSI“, il cortometraggio firmato da Valerio Carta e prodotto da INTHELFILM, presentato nel quadro della Festa del Cinema di Roma.

    Sandra Milo, la co-protagonista Iole Mazzone, il regista Valerio Carta, i produttori Giampietro Preziosa, Marco S. Puccioni e la co-produttrice Sonia Giacometti hanno presentato in anteprima un progetto cinematografico che vuole rendere omaggio e al tempo stesso a svelare la figura di Sandra Milo inserendola in una dimensione di alienazione rispetto al cinema contemporaneo.

    “Sono molto contenta di aver partecipato a questa progetto – afferma la protagonista – Il cortometraggio è un fantasioso mix tra sogno e realtà. E’ stato bello lavorare con Valerio Carta, ha saputo raccontare con poesia e delicatezza le sfumature di generazioni così distanti. La malinconia è presente nell’opera, ma non fa assolutamente parte della mia vita. Il futuro è adesso. Un consiglio a tutti quei ragazzi che si avvicinano al mondo della recitazione? Ricordatevi sempre che la vita sorride a chi non si arrende e pensate sempre che la prossima volta sarà una vittoria.”

    “ECLISSI” è un dramma psicologico al femminile con tinte thriller che affonda nell’intimità di una diva del cinema italiano, Carla (Sandra Milo), lo stesso nome del personaggio da lei stessa interpretato nell’indimenticabile capolavoro di Fellini “8½” di cui costituisce un seguito spirituale. Sarà il duetto con una giovane attrice che deve preparare un provino e che si rivolge a lei in cerca di un aiuto a restituire all’attrice l’illusione di un rapporto umano.

    L’intervista a Iole Mazzone