fbpx

    Pillole per la protezione solare, la FDA lancia l’allarme

    Fotografia: Tintarella, usare solo protezioni riconosciute (Di Navistock/Shutterstock)

    L’estate si avvicina e la caccia alla tintarella perfetta è aperta. Spesso, i maratoneti del lettino, oltre a sottovalutare i rischi immediati e le conseguenze a lungo termine dell’esposizione al sole, non si curano nemmeno della qualità dei prodotti che usano per proteggersi, un’arma a doppio taglio.

    La Food and Drug Administration (FDA) ha lanciato l’allarme riguardo pillole che promettono di offrire protezione solare, ovviamente senza farlo, invitando le aziende che le vendono a ritirarle dal commercio. Il duro monito sulle fake-pillole è stato seguito da un invito alla gente a non comprarle.

    Non esistono pasticche che possono rimpiazzare le creme e le lozioni solari – ha dichiarato il commissario della Fda,Scott GottliebQuesti prodotti mettono la salute dei consumatori a rischio, dando un falso senso di sicurezza che questi integratori alimentari possano prevenire scottature o arrossamenti causati dal sole. Le creme solari legittime utilizzano invece una serie di fattori che proteggono dai raggi solari“.

    Una ricerca degli italiani Mario Falchi e Alessia Visconti, del King’s College di Londra, pubblicata su Nature Communications, parla invece della scoperta dei geni dell’abbronzatura.