fbpx

    Pelè e Garrincha protagonisti di una mostra fotografica a Roma

    Fotografia: Pelè alla presentazione del 'suo' film (ANSA)

    L’Italia non si è qualificata ai Mondiali ma per chi volesse respirare l’aria della competizione iridata, attraverso la storia di due trai suoi più grandi protagonisti, l’appuntamento è all’Ambasciata del Brasile di Roma.

    La nazione verdeoro rende omaggio a due delle stelle più luminose del firmamento calcistico carioca – Pelè e Garrincha – con una mostra fotografica allestita presso la sua ambasciata capitolina.

    La storia racconta che tutte le 40 partite giocate dalla coppia d’oro sono terminate con risultati utili per la nazionale sudamericana: 35 vittorie e 5 pareggi. La strada di Pelè e Garrincha si divise nel 1966, in Inghilterra, dopo aver vinto l’ultima partita con la Bulgaria, in cui entrambi segnarono. In 40 scatti fotografici che viene raccontata la loro storia: dal 1958 fino agli anni Novanta, con particolare attenzione alle tre edizioni dei Mondiali vinti dal Brasile (Coppa Rimet, 1958-’62-’70) e all’amichevole di Milano, a San Siro, contro l’Italia nel 1963.

    La mostra fotografica sarà visitabile (ingresso gratuito) fino al 27 luglio dalle ore 10 alle 17 dal lunedì al venerdì. L’iniziativa è promossa in collaborazione con l’Associazione Fare Cultura. “E’ un piacere ricordare, in questa mostra, i momenti cruciali delle carriere di due fenomeni del calcio che tanto hanno contribuito a conquistare simpatia e ammirazione per il calcio brasiliano come Pelé e Garrincha” dichiara Antonio de Aguiar Patriota, Ambasciatore del Brasile a Roma. “Pelé – dice Antonio Lombardo, presidente dell’Associazione Fare Cultura e autore del libro Il passerotto di Magè, dedicato proprio a Garrincha – era puro calcolo e arguzia, la sua continua ricerca dell’eccellenza calcistica lo avrebbe consegnato alla storia del calcio come il primo dei grandi atleti: O Rei. Mané Garrincha, invece, era puro estro e fantasia; con i suoi problemi fisici era la dimostrazione che il vero limite dell’uomo è la semplice normalità“.

     

    Potrebbe piacerti anche

    L’intera saga di Star Trek sul piccolo schermo

    Negli ultimi tempi, a farla da padrona nelle sale cinematografiche è stata la saga ....

    We al cinema, sfida tra Sorrentino e Frank Matano

      Mentre tutti gli occhi degli appassionati sono puntati sul festival di Cannes, il ....

    Chiara Ferragni, rivelazioni “choc” da Cattelan

    Torna stasera, alle 21.15 su Sky Uno, il nuovo appuntamento EPCC A TEATRO, lo show ....