Open Championship: storia e grande golf

Fotografia: Jordan Spieth spera nel bis del 2017 (ANSA)

Ancora 48 ore all’inizio della 147esima edizione dell’Open Championship, terzo dei quattro major stagionali (l’unico disputato al di fuori degli stati Uniti) e più antica manifestazione golfistica al mondo: la prima edizione risale al 1860.

I migliori 50 giocatori di golf al mondo più Tiger Woods si sfideranno a Carnoustie, in Scozia dal 19 al 22 luglio. Dal leader mondiale Dustin Johnson a Justin Thomas (n.2), che proverà nuovamente a riprendersi il trono. Passando per Justin Rose, Brooks Koepka, Jon Rahm e il campione in carica Jordan Spieth. Senza dimenticare Rickie Fowler, Rory McIlroy, Jason Day, Tommy Fleetwood, Alex Noren, Patrick Reed, Bubba Watson e Sergio Garcia. E poi Woods, da sempre il giocatore più atteso, e Francesco Molinari, il player più in forma del momento. L’azzurro, dopo il primo trionfo in carriera sul PGA Tour nel Quicken Loans e il secondo posto al John Deere Classic, insegue il primo major.

Field delle grandi occasioni in Scozia, con Woods che ritrova l’Open Championship tre anni dopo la sua ultima apparizione (2015) terminata con l’uscita al taglio. La leggenda californiana sogna il poker (dopo successi 2000, 2005 e 2006) per ritrovare una vittoria che manca dal 2013, anno dell’ultimo acuto al WGC Bridgestone Invitational. “Sono davvero emozionato – le parole di The Big Cat alla vigilia del torneo – e non vedo l’ora di scendere sul green. Sono entusiasta, in questi anni di assenza mi è mancato molto non giocare l’Open Championship“. Attesa alle stelle e sete di vittoria.

Per spuntarla – ha spiegato Brooks Koepka, che quest’anno ha bissato i successi allo Us Open – bisognerà rimanere calmi per tutto l’arco del torneo senza avere fretta e smania di fare“.

Sulla stessa lunghezza d’onda anche Rahm: “Sarà una settimana impegnativa e sono in tanti a voler vincere. Non sarà facile”.

Saranno 156 i giocatori ai nastri di partenza, tra questi pure Bryson DeChambeau e Henrik Stenson, possibili outsider, che hanno recuperato dai rispettivi infortuni. Il montepremi è di 10.250.000 dollari (circa 8.769.000 euro). Per un torneo show disputatosi per la prima volta nel 1860 (con 8 partecipanti) a Prestwick, in Scozia, e terminato con la vittoria di Willie Park Senior, il pioniere della rassegna. Tra le 4 tappe del Grande Slam, l’Open Championship è l’unico che viene giocato in Europa. Il record di vittorie spetta ancora oggi ad Harry Vardon, che ne ha ottenute 6. Mentre il primato di spettatori è stato raggiunto nel 2000. Con 239.000 persone che hanno spinto Woods al primo successo all’Open Championship.

Potrebbe piacerti anche

Mourinho, guai col fisco spagnolo

Il 20 febbraio del 2010, l’Inter di Mourinho, in corsa per il tricolore, si ....

Mondiali: polveriera Argentina, rischio eliminazione

L’Argentina rischia una sorprendente e prematura eliminazione dalla competizione iridata, il terzo peggior risultato ....

Calcio: i tecnici più pagati al mondo

Hanno allenato tutti e tre in Italia e sono i tecnici che guadagnano di ....