Noleggio e Car Sharing ‘volano’ in Italia

    Fotografia: Un veicolo ecologico per il Car Sharing (ANSA)

    Le abitudini degli automobilisti italiani cambiano: il veicolo elettrico o ibrido non sono più una forma di mobilità alternativa mentre cresce il segmento del car sharing.

    Oggi la flotta di veicoli a noleggio o in sharing sulle strade italiane ha quasi raggiunto quota 1 milione: ogni giorno per ragioni di business e turismo oltre 790.000 persone utilizzano i servizi del noleggio a lungo termine, 94.000 quelli del noleggio a breve termine e 19.000 il car sharing.

    Lo scenario emerge dalla 17/a edizione del Rapporto ANIASA, l’Associazione che all’interno di Confindustria rappresenta il settore dei servizi di mobilità (noleggio veicoli a lungo termine, rent-a-car, car sharing, fleet management e servizi di infomobilità e assistenza nell’automotive).

    Nel 2017 il settore del noleggio veicoli ha registrato un fatturato in aumento del 7,7% – oltrepassati i 6 miliardi di euro – una flotta che si è avvicinata a quota 1 milione di veicoli e un volume di immatricolazioni che ha raggiunto il 22% del mercato nazionale.

    I dati relativi al primo trimestre del 2018 confermano la forte crescita del settore, con un aumento del 16% del giro d’affari e il nuovo boom delle immatricolazioni, balzate da 154.000 a 172.000 unità. Nel cumulato trimestrale per la prima volta il settore è arrivato al 27,5% dell’intero mercato nazionale: oltre 1 auto su 4 è immatricolata a noleggio.

    Il car sharing in Italia nel 2017 è cresciuto sia per numero di utenti iscritti (1.300.000, +21% rispetto al 2016), sia per utenti realmente attivi (820.000 con almeno 1 noleggio negli ultimi 6 mesi, +38% rispetto al 2016). Milano e Roma si confermano le città in cui l’auto condivisa è maggiormente diffusa, rispettivamente con 3.100 e 2.100 vetture in flotta, seguite a ruota da Torino e Firenze. Il cliente tipo del car sharing è un uomo di 36 anni: utilizza omogeneamente il servizio durante la settimana e nelle diverse fasce orarie della giornata, per una durata media di 31 minuti, per percorrere 7 km.

    Complessivamente il parco veicoli dei principali operatori di free floating (flusso libero) è cresciuto del 9%, circa 500 auto in più, mentre il numero dei noleggi è salito del 7%, superando i 7 milioni e confermando che il fenomeno del “multi-tessera” (ogni utente possiede quasi tre tessere) continua a diffondersi.

    Potrebbe piacerti anche

    New York Times contro Facebook: ceduti dati degli utenti

    Dopo lo scandalo di Cambridge Analytica e le audizioni del fondatore di Facebook, Mark ....

    Cambio ai vertici Volkswagen

    Cambio ai vertici di Volkswagen e benservito in vista per l’ad Matthias Mueller. Lo ....

    Audiovisivo: Bruxelles detta nuove regole

    Intesa politica a Bruxelles sul settore audiovisivo con regole su contenuti, protezione dei minori ....