fbpx

    Natale 2019, lo spumante italiano batte lo champagne

    Fotografia: ansa foto
    Le tavole di natale vedono come protagoniste assolute le bollicine italiane, che battono con un +9 di vendite all’estero quelle francesi. Tra i consumatori internazionali, al primo posto la Gran Bretagna

    L’eterno confronto tra spumante e champagne quest’anno vede trionfare le bollicine italiane. È boom di vendite all’estero, +9% riporta la Coldiretti e prevede che entro fine anno si raggiungerà il record storico annuale delle consegne al di fuori dei confini nazionali. Secondo i dati Istat, infatti, saranno in totale oltre 560 milioni le bottiglie di prosecco consegnate in tutto il mondo.

    Ideale per accompagnare panettoni, pandori e tutti i dolci tipici natalizi e per i brindisi di buon augurio.
    “Se in Italia lo spumante si classifica tra gli acquisti irrinunciabili nello shopping delle feste, all’estero non sono mai state richieste così tante bollicine italiane che in quantità dominano nettamente nei brindisi globali davanti allo champagne francese, che però riesce ancora a puntare prezzi superiori”, si legge nell’analisi di Coldiretti.

    Tra i consumatori internazionali, al primo posto la Gran Bretagna, seguita dagli Stati Uniti e dalla Germania.
    “Gli inglesi che non sembrano essere stati scoraggiati dalla Brexit e sono nel 2019 il primo mercato di sbocco dello spumante italiano con le bottiglie esportate che fanno registrare un aumento del 7% nelle vendite, mentre gli Stati Uniti sono al secondo posto con un balzo dell’11% pur in presenza di tensioni commerciali e timori collegati ai dazi”. Fuori del podio c’è la Francia, seguita dalla Russia e dal Giappone.