fbpx

    Moda primavera-estate 2019: è “tie dye” mania

    Fotografia: Foto Ansa

    Dalla haute couture ai brand low cost, dalle passerelle ai concerti rock, la stampa anni sessanta per eccellenza torna di tendenza, colorando l’intero panorama della moda.

     

    Quando il sole inizia a fare capolino, anticipando l’estate, lascia subito spazio a quel mood festaiolo, fatto di colori, musica e divertimento. Un tuffo negli anni sessanta, direttamente da Woodstock, il festival più hippie della storia, lo stile tie dye torna ad imporsi nel panorama della moda, in versione glamour.

    Letteralmente “legare e colorare”, questa tendenza nata nella New York anni sessanta e divenuta il simbolo della Beat Generation, ha come effetto quello di ottenere trame sempre diverse, legando il capo di abbigliamento con un laccio e facendo colare ed espandere sul tessuto gocce di colore puro. Stampe a tinte forti, psichedeliche che si sposavano alla perfezione con il carattere rivoluzionario e anticonformista della controcultura giovanile del tempo. Oggi, l’effetto tie dye viene recuperato dal dimenticatoio e rispolverato in una chiave sicuramente più soft, con stampe a vortice dai colori pastello. Luxury brand – MSGM, Prada, Stella McCartney – hanno portato il tie dye in passerella, facendone il filo conduttore delle loro collezioni primavera-estate 2019. Ma non temete, ce ne è per tutte le tasche: i maggiori marchi fashion low cost – Zara, H&M, Primark, Asos – hanno molti capi tie dye che potrete indossare.

    Ma come indossare gli abiti dallo stile tie dye? Potrebbe sembrare difficile da abbinare per via del mix di colori ma non è così. Indossateli come capi basic – t-shirt, felpe, vestiti, costumi. Potete anche puntare su un total look denim con t-shirt o felpa tie dye oppure matchare diverse stampe.

    Scatenate la vostra creatività e colorerete l’estate con i vostri outfit.