fbpx

    Martino Ruggieri all’assalto del Bocuse d’Or

    Fotografia: Martino Ruggieri (ANSA)

    Lo chef pugliese Martino Ruggieri tenta l’assalto all Bocuse d’Or, campionato mondiale di cucina per cuochi a cadenza biennale che si tiene a Lione e nominato così in onore dello chef Paul Bocuse.  Il 29 gennaio, il 33enne di Martina Franca, Chief adjont al Ledoyen Pavillon, 3 stelle Michelin sugli Champs-Elisées di Parigi,sarà a Lione per la sfida di più bravo ai fornelli.

    Nella città francese, una delle capitali mondiali del gusto, Ruggieri e il suo team, dopo mesi di allenamenti all’Accademia italiana del Bocuse d’Or nelle Langhe, sfideranno altre 23 nazioni. La storia del concorso riporta un dominio dei francesi, 7 volte vincitori e 10 volte sul podio, e dei norvegesi (5 successi pieni). L’Italia non è mai salita sul podio.

    Gli chef dovranno cimentarsi in due preparazioni, una con l’ingrediente base della carne di vitello con l’osso, l’altro una Chartreuse de legumes aux coquillages.

    Portiamo a Lione – dice Ruggieri – la nostra idea di cucina italiana, con tutta la sua creatività e concretezza. Il Bocuse d’Or per i francesi e per i nordeuropei è considerato il concorso per eccellenza, l’Italia è arrivata in ritardo ad appassionarsi al concorso, ma il movimento che si è creato intorno a questa finale mi sembra un segnale interessante. Il nostro team è affiatato e arriviamo a questa finale con una buona carica emotiva e una forte concentrazione“.