fbpx

    Marilyn Monroe oggi avrebbe compiuto 94 anni

    Fotografia: ansa
    Marylin Monroe
    Il 1 giugno del 1926 nasceva Norma Jeane Mortenson Baker, l’inarrivabile Marilyn Monroe, attrice che ha saputo avere un’influenza fortissima sulla cultura popolare dell’ultimo secolo, divenendo l’incarnazione di un’epoca, quella del dopoguerra americano tra ottimismo e contraddizioni.

    Avrebbe compiuto 94 anni oggi, se la sua vita non si fosse interrotta il 5 agosto del 1962 nella camera da letto della sua casa di Brentwood, a Los Angeles, per un’overdose di barbiturici. Una morte circondata dal mistero, che tanto ha contribuito a rafforzare il mito dell’attrice. Ufficialmente si trattò di un suicidio, ma da 58 anni c’è chi continua a dire che in camera con lei quella notte ci fosse anche Bob Kennedy, fratello dell’allora presidente degli Stati Uniti, John Fitzgerald Kennedy.

    Pochi mesi prima, davanti ai 15000 spettatori del Madison Square Garden di New York, andò in scena la famosa performance che vide la Monroe cantare, con voce suadente, quell’Happy Birthday Mister President, rivolto a JFK, che tanto fece fantasticare sul rapporto tra i due.

    Marylin MonroeDentro Marilyn, nel suo corpo e nella sua carriera, c’era tutto il sogno americano della ragazza cresciuta in orfanotrofio e (madre schizofrenica e padre ignoto), che ce l’ha fatta. In quei capelli biondi e un viso angelico, tanti uomini e tante donne hanno visto e continuano ancora oggi, l’incarnazione dell’ideale di bellezza dell’epoca.

    Marylin MonroeUna vita movimentata la sua, non solo per la ribalta destinata ad una star del suo calibro, ma anche per i lati oscuri della sua vita. Sono tre i matrimoni di Marilyn, col poliziotto James Dougherty, con la leggenda del baseball Joe DiMaggio e con lo sceneggiatore Arthur Miller, oltre alle relazioni non dichiarate con JFK e con Bob Kennedy e quella conosciuta con Frank Sinatra. Mentre sono quattordici  gli aborti dichiarati dall’attrice, una cifra che mostra tutta l’ipocrisia degli USA perbenisti degli anni Cinquanta.

    Marylin MonroeLa grandezza di Marilyn Monroe sta proprio nella parabola della sua vita, un’esistenza che racconta un’epoca, i costumi, i sogni, e le contraddizioni di un intero paese, come in un film, la sua vita l’ha resa immortale.