fbpx

    Mannarino, il primo artista italiano al Musée d’Orsay

    Fotografia: Alessandro Treves e ANSA Foto
    Mannarino
    Il cantautore romano Mannarino sarà il primo artista italiano ad esibirsi presso l’illustre Musée d’Orsay di Parigi, il prossimo 16 gennaio 2020. 

     

    L’artista romano dalle origini calabre, Alessandro Mannarino (in arte solamente Mannarino), si sa, è amatissimo all’interno dei confini nazionali.

    Tuttavia, la passione per gli stornelli e per la sua metrica popolare e coinvolgente, sembra aver travalicato le strisce di confine, per approdare proprio nella romantica e bellissima Parigi.

    È qui, nella capitale francese, che Mannarino si esibirà il prossimo 16 gennaio 2020.

    Più precisamente presso il Musée d’Orsay, sotto la suggestiva navata di uno dei musei d’arte più importanti e visitati al mondo, in occasione della rassegna “Curieuse Nocturne”.

    Mannarino, nonostante la sua tendenza al folklore ed ai suoni tipicamente italici, non disdegna di un certo universalismo nella sua opera. Universalismo di cui si impregnano anche le collaborazioni nella sua attività musicale.

    Da qui, l’attenzione dei transalpini verso un artista che – sebbene riconosciutissimo dal pubblico italiano – dimostra ancora una volta il suo carattere internazionale.

    Perché proprio Mannarino?

    Il perché di questa scelta per la rassegna francese al Musée d’Orsay si evince già dalle parole di cui sopra.

    Tuttavia, a conferma di quanto detto, riportiamo qui ciò che ha affermato qualche giorno fa Luc Bouniol-Laffont, direttore della programmazione culturale e dell’Auditorium del museo stesso:

    «Mannarino è uno dei più grandi artisti della sua generazione. La sua musica, colorata e profonda allo stesso tempo, lo identifica come erede diretto di artisti, musicisti, poeti e pittori del XIX secolo. Lo abbiamo dunque scelto come invitato d’onore al nostro carnevale per permettere al pubblico francese di scoprire la poesia della festa “all’italiana” attraverso la sua musica.»

    Parigi – Francia; sala del Musée d’Orsay.

    La scaletta

    Il cantautore cresciuto nel quartiere romano di San Basilio, annovera nella sua discografia ben quattro album, nonché alcuni singoli di grande successo come “Mary Lou” e “Me So’ Mbriacato“.

    Dunque, nella sua ormai imminente performance, gli spettatori avranno la possibilità di ascoltare live molti dei suoi successi.

    L’esibizione sarà composta da tre sessioni.

    Le tre session sono previste alle ore 19:00, alle 20:30 e, per concludere, alle 22:00, nella Allée Centrale (livello O) del Museo.

    La rassegna “Curieuse Nocturne” di quest’anno sarà dedicata al Carnaval de Paris – uno dei più antichi di tutta Europa – la cui origine è fatta risalire alla storica festa medievale “Fête des Fous“.

     

    Beh, se amate le allegre e profonde vibrazioni di Mannarino e volete passare qualche giorno in una delle città più belle del mondo, allora, questa è l’occasione giusta e assolutamente da non perdere.