fbpx

    L’uomo volante Franky Zapata ha trasvolato la Manica

    Fotografia: Ansa Foto
    Il 40enne marsigliese, a bordo della sua Flyboard, ha attraversato in volo lo Stretto: 22 minuti sorvolando le acque

    Franky Zapata è l’uomo volante! Dopo un primo tentativo fallito lo scorso 25 luglio, l’ex campione del mondo di jet sky ci ha riprovato e ce l’ha fatta: è riuscito nell’impresa di trasvolare il canale della Manica sulla sua ‘Flyboard’, la minuscola tavola a turboreazione da lui concepita.

    Zapata è decollato questa mattina dalla spiaggia di Sangatte, nel Passo di Calais, verso la costa inglese di St Margaret, sorvolando il canale della Manica a circa 20 metri di altezza. In 22 minuti ha percorso i 35 km di Stretto che separano la Francia dall’Inghilterra. Sotto gli occhi di molti curiosi, “l’uomo volante“, dotato di elmetto e imbracatura, ha sorvolato il mare a bordo della sua invenzione – flyboard– una tavola equipaggiata con 5 minuscoli turboreattori, alimentati a cherosene, che gli consentono di viaggiare fino a 190 km/h. Unico limite, l’autonomia di appena dieci minuti del serbatoio che Zapata deve portare sulle spalle in equilibrio precario, manovrando il tutto con un joystick.

    Il campione, emozionato e felice, ha raccontato la trasvolata, non priva di difficoltà: «L’imbarcazione che mi aspettava per il rifornimento stava avanzando verso di me, quindi l’atterraggio è stato complicato, ma comunque sono riuscito a decelerare in tempo», poi aggiunge «ad un certo punto hanno iniziato a bruciarmi le gambe, ma quando ho visto la Gran Bretagna avvicinarsi ho tentato di godermela per non pensare al dolore».

    Nonostante qualche momento di agitazione Zapata è riuscito nell’impresa, realizzando il proprio sogno. “L’uomo volante” ora è pronto a concedersi un periodo di vacanza, anche se sta già fantasticando sulla prossima folle avventura: «volare a 2000 metri, sopra le nuvole».