Lo studio: ideale svegliarsi presto

     

    Secondo uno studio pubblicato sulla rivista Chronobiology International – coinvolte 433.268 persone, tra i 38 e i 73 anni –  chi inizia la giornata svegliandosi presto, vive più a lungo e si ammala meno di chi fa una vita notturna. Il campione esaminato è stato diviso in 4 categorie, in base alle abitudini degli intervistati:i supermattinieri (a letto presto e sveglia all’alba), i mezzi-mattinieri (si svegliano preso ma non troppo), i mezzi-nottambuli, che preferiscono tendenzialmente le ore notturne per lavorare o per uscire, e i ‘super-nottambuli’ che vanno a dormire la mattina. Dopo 6 anni di studi, i ricercatori statunitensi hanno calcolato che i “gufi” hanno mediamente: il 10% in più di rischio di morte per qualsivoglia causa rispetto alle ‘allodole’; il 30% in più di rischio di soffrire di diabete; il 23% di rischio in più di soffrire di malattie respiratorie; il 22% in più di lamentare disturbi gastrointestinali. La causa di queste associazioni non è chiara ma il consiglio ai nottambuli è chiaro: adottare una vita meno estrema e possibilmente diurna.

    • Mostra Commenti

    L indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati *

    Commento *

    • name *

    • email *

    • website *

    Potrebbe piacerti anche

    Fumo: gli uomini non preferiscono le ‘bionde’

    I rischi derivanti dal fumo sono noti e sempre più persone stanno abbandonando il ....

    12 maggio, Giornata Europea delle gengive sane

    Per capire le nostre gengive sono in salute basta guardare bene di che colore ....

    Taglie forti non aiutano a percepire il problema obesità

    Molte persone non percepiscono il peso in eccesso come un problema fisico e un pericolo ....