L’Italia costruisce la calamita più grande del mondo

 

In Italia di primati ne abbiamo tanti, ma questo proprio ci mancava: la calamita più grande del mondo. Fermi tutti però, non si tratta di niente che abbia a che vedere con il Guinness dei Primati. Il magnete, infatti, è un componente della macchina sperimentale Iter, che a partire dal 2025 ambisce a dimostrare che è possibile produrre energia imitando i processi che avvengono nel cuore delle stelle.

Lungo 16 metri e largo 9, pesante 120 tonnellate che arrivano a 200 con l’imballaggio, il supermagnete dalla forma di una D è stato costruito nello stabilimento di La Spezia della Asg Superconductors. È un fiore all’occhiello nato dalla collaborazione fra l’industria e la ricerca, con l’Enea, e F4E (Fusion for Energy), l’agenzia dell’Unione Europea che gestisce il contributo europeo a Iter, definendo le strategie e lavorando in collaborazione con l’industria.

La gigantesca calamita impiegherà 12 ore per percorrere i sei chilometri che lo separano dal porto de La Spezia: per ragioni di sicurezza, l’enorme camion robotico radiocomandato su cui si muove è lentissimo.

Nel porto ligure s’imbarcherà sulla nave tedesca Bremer Elena, che lo porterà a Porto Marghera. Lì, negli stabilimenti dell’azienda Simic, sarà inserito nella corazza protettiva in acciaio e il suo peso complessivo raggiungerà 320 tonnellate. Operazione che richiederà almeno un anno.

A questo punto sarà pronto per raggiungere il centro di Cadarache, in Francia, dove è in costruzione Iter (International Thermonuclear Experimental Reactor). Con i suoi 5 chilometri di cavi superconduttori realizzati dall’Enea, il magnete è uno dei 18 che comporranno il cuore di Iter. All’Italia ne sono stati commissionati 10, per un contratto dal valore di 130 milioni; gli altri otto, più uno di riserva, al Giappone. Sono almeno 26 le ditte italiane coinvolte nella costruzione delle calamite giganti.

Il supermagnete italiano è anche un simbolo perché “rappresenta un primato dell’industria italiana ed europea”, ha osservato Sergio Frattini, amministratore delegato della Asg Superconductors.

  • Mostra Commenti

L indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati *

Commento *

  • name *

  • email *

  • website *

Potrebbe piacerti anche

Arriva Dragon, il primo drone ‘transformer’

I giapponesi continuano a stupire per la loro abilità nel progettare oggetti di uso ....

WWDC 2018: tutte le novità in casa Apple

Tante novità in arrivo in casa Apple, molte spoilerate nelle scorse settimane. La prima, ....

App di fitness rivela dati su agenti intelligence

A volte si utilizza internet con superficialità, senza considerare che un’app per il fitness ....