AI: 2 mln di nuovi posti di lavoro

    Fotografia: Shutterstock

    Nel 2020 l’intelligenza artificiale creerà a livello globale più posti di lavoro di quanti ne farà perdere – 2,3 milioni contro 1,8 milioni, rispettivamente – con un saldo positivo di cinquecentomila impieghi. Lo prevedono gli analisti di Gartner, multinalzionale di ricerca e consulenza strategica. Il numero di posti colpito dall’intelligenza artificiale varia in base al settore: fino al 2019 l’assistenza sanitaria, il comparto pubblico e l’istruzione vedranno una domanda di lavoro in continua crescita, mentre la produzione sarà l’area colpita più duramente. A partire dal 2020, evidenziano gli esperti, la creazione di occupazione legata all’intelligenza artificiale entrerà in territorio positivo e nel 2025 si conteranno 2 milioni di posti in più. “In passato molte innovazioni significative si sono combinate con un periodo di transizione in cui si è verificata una perdita di lavoro, seguito da una ripresa e dalla trasformazione del business. L’intelligenza artificiale seguirà lo stesso percorso”, spiega la ricercatrice Svetlana Sicular

    • Mostra Commenti

    L indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati *

    Commento *

    • name *

    • email *

    • website *

    Potrebbe piacerti anche

    Apple in marcia verso i 1.000 miliardi

    A una settimana dall’annuncio di Warren Buffet, il ‘mago di Omaha’, di aver portato la ....

    Dazi Usa su auto: pronta rappresaglia Ue da 300mld $

    Dopo la dura presa di posizione di General Motors, Harley-Davidson, Toyota, Daimler e del Governo ....

    Toys ‘R’ Us chiude: fine di un’epoca

    Da tempo si discute sulle possibili conseguenze della crescita dello shopping on line e ....