AI: 2 mln di nuovi posti di lavoro

Fotografia: Shutterstock

Nel 2020 l’intelligenza artificiale creerà a livello globale più posti di lavoro di quanti ne farà perdere – 2,3 milioni contro 1,8 milioni, rispettivamente – con un saldo positivo di cinquecentomila impieghi. Lo prevedono gli analisti di Gartner, multinalzionale di ricerca e consulenza strategica. Il numero di posti colpito dall’intelligenza artificiale varia in base al settore: fino al 2019 l’assistenza sanitaria, il comparto pubblico e l’istruzione vedranno una domanda di lavoro in continua crescita, mentre la produzione sarà l’area colpita più duramente. A partire dal 2020, evidenziano gli esperti, la creazione di occupazione legata all’intelligenza artificiale entrerà in territorio positivo e nel 2025 si conteranno 2 milioni di posti in più. “In passato molte innovazioni significative si sono combinate con un periodo di transizione in cui si è verificata una perdita di lavoro, seguito da una ripresa e dalla trasformazione del business. L’intelligenza artificiale seguirà lo stesso percorso”, spiega la ricercatrice Svetlana Sicular

  • Mostra Commenti

L indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati *

Commento *

  • name *

  • email *

  • website *

Potrebbe piacerti anche

Apple lancia offensiva a Spotify

A pochi giorni dal traguardo dei 40mln di abbonati in tutto il mondo, la ....

Sony acquista Emi per 2,3 mld di dollari

Il mondo della musica è in fermento. Dopo i movimenti dei colossi del web ....

Smartphone: mercato europeo in forte calo

I produttori cinesi di smartphone sorridono ma lo stesso non fa il mercato europeo, ....