fbpx

    L’anno che verrà: i libri che leggeremo

    Fotografia: A Pistoia, proposte di lettura per il 2018 (Shutterstock)

    Da oggi al 28 ottobre torna a Pistoia ‘L’anno che verrà: i libri che leggeremo’, il festival letterario rivolto al futuro del libro. In programma incontri con autori ed editor, anteprime dai cataloghi dei maggiori editori italiani, incontri di scouting tra aspiranti autori, editori e agenti letterari, corsi di formazione e molto altro. I romanzi del 2019 saranno raccontati in anteprima dai protagonisti. E’ una specie di vernissage dei cataloghi editoriali quello proposto alla seconda edizione del festival. Protagonista dell’inaugurazione Michela Murgia con una lectio magistralis su come la lettura sia un potente strumento di rivoluzione.

    Tra gli eventi, tutti gratuiti, il Premio ‘Pistoia Città della Cultura’ a Piero Angela, maestro della divulgazione. Tra gli ospiti: Anna Bonaiuto che curerà un reading da ‘L’amica geniale’ di Elena Ferrante, in una serata dedicata a Emons Audiolibri; Debora Petrina e Tiziano Scarpa che metteranno in scena lo spettacolo ‘Le cose che succedono di notte’ in cui le canzoni di Debora intrecciano le storie in rima tratte dall’ultimo libro di Scarpa, ‘Una libellula di città’.

    Alla rassegna anche la possibilità per chi ha un romanzo nel cassetto di presentarsi agli agenti letterari e agli editori presenti. Tra gli editori che parteciperanno, presentando in maniera più approfondita anche uno dei titoli e degli autori su cui punteranno maggiormente nell’anno a venire: Giunti, Bompiani, Mondadori, Feltrinelli, La Nave di Teseo, Minimum Fax, Nottetempo, e/o, Exorma, Chiarelettere, Add, Sur, Tunuè, Sem, NN. Alla rassegna parteciperanno, fra gli altri, anche Tullio Avoledo, Alessandro Bertante, Luca Briasco, Giulia Caminito, Carlo Carabba, Marco Cassini, Riccardo Cavallero e Alba Donati.

    Per la sezione ‘Il futuro davanti’, incontri di scouting in cui 24 autori selezionati dalla rivista ‘The Florentine Literary Review’ potranno incontrare individualmente un editore o un agente letterario e proporgli la pubblicazione del proprio romanzo. Dai colloqui dello scorso anno è nato ‘Guasti’ (Voland) di Giorgia Tribuiani, uno degli esordi più interessanti del 2018.