fbpx

    La salute del cuore si aiuta con un piatto di frutta

    Fotografia: Amarene, un prezioso alleato del nostro cuore (Shutterstock)

    Un’indagine condotta da scienziati della Northumbria University su 600 mila individui coinvolti in 19 studi, ha dimostrato i benefici del consumo di frutta per l’apparato cardiocircolatorio.

    In particolare, amarene, visciole e marasche, ricche di antocianine – un antiossidante – rappresentano uno scudo per la salute del cuore: ridurrebbero sensibilmente il rischio cardiovascolare, in particolare il pericolo di morte per eventi come infarto e ictus.

    In tutti gli studi, si è stimato il consumo di antocianine dei rispettivi campioni di individui sulla base della dieta da loro riportata. È emerso che, in media, coloro che consumano elevate quantità di antocianine hanno un rischio di problemi circolatori (in particolare delle arterie che ossigenano il cuore, le coronarie) ridotto del 9% rispetto a coloro che assumono minime quantità di antocianine attraverso la dieta. Il rischio di morire per eventi come l’infarto si riduce dell’8%.

    Lo studio conferma quindi l’importanza di una dieta ricca di frutta e verdura per combattere i fattori di rischio cardiovascolare, ad esempio il colesterolo alto.