fbpx

    La nuova Leaf Nissan – Enel, tanti km sostenibili

    Fotografia: wikipedia commons

    Il mercato dell’auto elettrica sta crescendo. Nell’ultimo anno in Italia le vendite di veicoli elettrici sono passate dalle circa 5.000 unità del 2017 alle circa 10.000 del 2018. Questi i dati diffusi durante la presentazione dello studio Enel X e Symbola ‘100 Italian e-mobility stories’ che a due anni dalla prima edizione, racconta le storie delle imprese italiane che investono nella filiera della mobilità elettrica.

    La crescita del mercato è legata alla fiducia degli automobilisti verso l’auto elettrica. Non basta la sola spinta verso un futuro sostenibile, il mercato sa bene che deve fare i conti con la paura degli automobilisti di restare senza energia, un problema che Enel e Nissan affrontano insieme per diffondere il mezzo elettrico.

    Enel sta realizzando il Piano nazionale per le infrastrutture di ricarica, che prevede una rete di punti di ricarica capillare sul territorio per evitare che l’automobilista resti senza energia. Grazie a Enel X, la società del gruppo dedicata ai prodotti innovativi e alle soluzioni digitali, sono stati già installati oltre 5.700 punti di ricarica con l’obiettivo di arrivare a quota 28mila nel 2022. Oltre alla copertura del territorio, Enel X si rivolge ai privati con la sua JuiceBox, la nuova box station molto compatta, che si può installare dentro rimesse che offrono poco spazio e che riesce a monitorare in tempo reale lo stato di ricarica dell’auto trasmettendo le informazioni allo smartphone. Inoltre, grazie all’offerta di Enel X, chi vuole un’auto elettrica non è costretto a comprarla, basta andare sul suo sito dove sono disponibili una decina di vetture. Per esempio, noleggiare per tre anni una Nissan Leaf costa 550 euro al mese, senza anticipo e con wall box e Iva inclusi.

    Nissan, proprio con la LEAF ENEL EDITION, il veicolo 100% elettrico più venduto al mondo, sviluppato con Enel, fa un passo avanti in termini di fiducia degli automobilisti sull’autonomia di percorrenza. Il modello 2019 è disponibile nelle versioni da 40 kWh e nell’edizione limitata Nissan Leaf E+ da 62 kWh, la prima ha un’autonomia di 270 chilometri, la seconda aumenta l’autonomia del 40% arrivando a 385 chilometri dichiarati nel ciclo WLTP.

    Nissan Leaf si può ricaricare da casa in circa 22 ore con il caricatore a presa di Tipo 2 e la Schuko a 2.3 kW, mentre con un wallbox o le colonnine da 6.6 kW, la ricarica dell’auto è possibile in 7 ore e 30 minuti per il modello da 40 kWh. Con la ricarica in corrente continua delle colonnine da 50 kW la Leaf si ricarica fino all’80% in circa 60 minuti, e Leaf E+ in circa 90 minuti.

    Tanti km e tante possibilità di ricaricare la propria auto mentre svolgiamo le nostre azioni giornaliere, Nissan e Enel stanno costruendo una parte del nostro futuro sostenibile.