fbpx

    La Notte della Taranta, tutto il Salento balla

    Fotografia: Shutterstock
    La 22esima edizione del più grande festival di musica popolare italiana si conclude a Melpignano (LE) il 24 agosto. Un Concertone con 41 brani della tradizione popolare e tanti ospiti famosi

     

    È l’evento simbolo dell’estate salentina, il più grande di musica popolare italiana. La Notte Della Taranta è un festival itinerante, dedicato alla riscoperta e alla valorizzazione della musica tradizionale salentina che si fonde con altri linguaggi musicali, dalla world music al rock, dal jazz alla musica sinfonica. Protagonista della ventiduesima edizione è la cultura popolare d’Italia.

    Il Festival della Taranta nasce nel 1998. A volerlo l’Unione dei Comuni della Grecìa Salentina e l’Istituto “Diego Carpitella”. Nel corso degli anni è cresciuto il prestigio, ma anche le dimensioni e l’affluenza. Ogni anno oltre 100 mila persone invadono la cittadina di Melpignano e ballano, a ritmo di tamburelli, le tradizionali danze popolari, come pizzica e taranta.

    Per quasi tutto il mese di agosto (3-24) musicisti e ballerini della Notte Della Taranta portano la musica popolare in giro, nei comuni del Salento, per chiudere poi il 24 agosto a Melpignano con il gran concerto finale.

    Il Concertone

    Quarantuno brani della tradizione popolare, dodici coreografie e per la prima volta un “Taranta carpet” per vedere e fotografare da vicino gli artisti che saliranno sul palco: queste sono le novità dell’evento finale de La Notte della Taranta.
    A Melpignano già allestito il grande palco nella piazza antistante l’ex Convento degli Agostiniani. Un’imponente struttura – alta 17 metri e larga 33 – con un impianto di 100 mila watt e 130 metri quadrati di videoled.

    Novità dal punto di vista artistico: l’Orchestra sinfonica Oles di Lecce sarà al fianco dell’Orchestra Popolare La Notte della Taranta per un inedito incontro tra musica sinfonica e pizzica. La direzione è affidata al maestro barese Fabio Mastrangelo – direttore musicale della Russian Philharmonic di Mosca – che proporrà 41 brani della tradizione popolare insieme a nuovi versi inediti.

    Numerosi gli artisti nazionali ed internazionali che saliranno sul palco dell’attesissimo concertone finale. Tra questi: Elisa, Gué Pequeno, Salif Keita, Enzo Avitabile, Alessandro Quarta e Maurizio Colonna.

    12 le coreografie che il Corpo di ballo de La Notte della Taranta – diretto dal coreografo Davide Bombana – eseguirà unendo la pizzica tradizionale con la tecnica della danza classica.

    Un festival da non perdere per appassionati e non della musica popolare. Un evento che, tra canti e balli, vi farà divertire, riportando in auge, come ogni anno, le tradizioni musicali salentine e del Bel Paese.