Scontro dazi Cina-USA avvantaggia l’Italia?

     

    Dopo i dazi decisi dal presidente statunitense Donald Trump sulle importazioni d’acciaio e alluminio, la Cina ha risposto con l’imposizione di dazi su 128 beni provenienti dagli Stati Uniti, tra cui carne di maiale, vino, frutta fresca e secca. La stretta, il cui valore si aggirerebbe intorno ai 3 miliardi di dollari, potrebbe favorire il nostro paese. Secondo una indagine della Coldiretti, nel 2017 l’export italiano agroalimentare in Cina ha registrato un +15%, superando i 448 milioni di euro in valore e potrebbe avvantaggiarsi dallo scontro tra cinesi e statunitensi. La nostra nazione esporta in Cina olio d’oliva (37 milioni di euro), formaggi (16 milioni di euro) e pasta (23 milioni di euro). Lo stop ai prodotti stelle e strisce potrebbe aprire nuovi spiragli all’Italia in altri campi, quali quello della frutta fresca – finora alcuni nostri prodotti non erano accettati nel paese della Grande Muraglia – e del vino. Gli USA, infatti, nel 2017 hanno fornito vino per un valore di 70 milioni di euro, collocandosi al sesto posto tra i maggiori importatori di settore, subito dietro all’Italia. Nuovi scenari all’orizzonte per i nostri produttori?

    • Mostra Commenti

    L indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati *

    Commento *

    • name *

    • email *

    • website *

    Potrebbe piacerti anche

    Sos Travel.com lancia la app e punta alla Borsa

    Ogni anno, migliaia di oggetti e bagagli vengono smarriti negli aeroporti e messi all’asta: ....

    Mercato auto: vincono suv e alimentazione alternativa

    Indagini ed eventi, come il recente Parco Valentino hanno dimostrato che i guidatori vanno ....

    Ecco le marche che influenzano le scelte degli italiani

    Cosa influenza la gente nelle sue scelte? Qualità? Passaparola o basta semplicemente il nome ....