Scontro dazi Cina-USA avvantaggia l’Italia?

 

Dopo i dazi decisi dal presidente statunitense Donald Trump sulle importazioni d’acciaio e alluminio, la Cina ha risposto con l’imposizione di dazi su 128 beni provenienti dagli Stati Uniti, tra cui carne di maiale, vino, frutta fresca e secca. La stretta, il cui valore si aggirerebbe intorno ai 3 miliardi di dollari, potrebbe favorire il nostro paese. Secondo una indagine della Coldiretti, nel 2017 l’export italiano agroalimentare in Cina ha registrato un +15%, superando i 448 milioni di euro in valore e potrebbe avvantaggiarsi dallo scontro tra cinesi e statunitensi. La nostra nazione esporta in Cina olio d’oliva (37 milioni di euro), formaggi (16 milioni di euro) e pasta (23 milioni di euro). Lo stop ai prodotti stelle e strisce potrebbe aprire nuovi spiragli all’Italia in altri campi, quali quello della frutta fresca – finora alcuni nostri prodotti non erano accettati nel paese della Grande Muraglia – e del vino. Gli USA, infatti, nel 2017 hanno fornito vino per un valore di 70 milioni di euro, collocandosi al sesto posto tra i maggiori importatori di settore, subito dietro all’Italia. Nuovi scenari all’orizzonte per i nostri produttori?

  • Mostra Commenti

L indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati *

Commento *

  • name *

  • email *

  • website *

Potrebbe piacerti anche

Apple in marcia verso i 1.000 miliardi

A una settimana dall’annuncio di Warren Buffet, il ‘mago di Omaha’, di aver portato la ....

EarthNow, Bill Gates investe nello ‘spazio’

In principio era Google Earth, applicazione che permetteva di vedere il nostro pianeta dallo ....

Apple, nuova sede da 30mld di dollari?

  Lavoro per 20.000 persone, una struttura di 350.000 metri quadrati e un investimento ....