fbpx

    Juve-Milan, Cristiano Ronaldo mette fine alle polemiche

    Fotografia: Ansa foto
    L’attaccante non aveva preso bene la sostituzione voluta da Sarri durante il match contro il Milan. Dopo una serie di polemiche è Ronaldo chiudere il caso. Ma come agirà la dirigenza?

    Se avete visto Juventus-Milan sapete già cos’è accaduto. In caso contrario, vi basti sapere che durante la partita, nello specifico al 55′, Sarri decide di sostituire Ronaldo e mettere in campo Dybala. Fin qui nulla di strano, soprattutto considerando che le condizioni fisiche dell’attaccante portoghese non erano ottimali.

    Invece no. Ronaldo la prende malissimo, esce dal campo a muso duro, farfuglia qualcosa contro Sarri e si rifugia direttamente negli spogliatoi. Pare che abbia addirittura finito di guardare la partita a casa sua, tanto era stato ferito dalla scelta dell’allenatore.

    L’evento straordinario ha mobilitato un esercito di persone, soprattutto sul web, spaccate sul giudizio in merito. Alcune non hanno preso bene la “sceneggiata” di Ronaldo, altre hanno tentato di sapere lo stato di salute mentale del giocatore in seguito all’accaduto e quali fossero le parole che aveva indirizzato nei confronti del reo Sarri.

    Così, una commissione di esperti composta da giornalisti, linguisti, mimi e circensi giorno e notte hanno studiato il labiale del portoghese. Avrà detto “Vai via”? Qualche brutta parola ai familiari? Minacce? Purtroppo la ricostruzione filologica di cosa effettivamente abbia detto Ronaldo a quel disgraziato di Sarri non ha avuto esito positivo, i dubbi rimangono e sono ancora molti.

    Arriviamo alle notizie certe. Ciò che si sa sono le dichiarazioni di Sarri in conferenza stampa e l’attesissimo tweet di Ronaldo. L’allenatore, che evidentemente si è pentito del terribile gesto commesso, ha dichiarato

    Non lo so se Ronaldo se ne è andato prima della fine della partita, va però ringraziato perché si è messo a disposizione. Altri nelle sue condizioni non avrebbero giocato. Se si arrabbia per la sostituzione nonostante la vittoria mi fa molto piacere, perché significa che ha la testa coinvolta e vuole dare una mano a tutti i costi

    Grazie a Dio Ronaldo si arrabbia. Vuol dire che è motivato, che crede in quello che fa e che vuole aiutare la squadra. Una risposta comprensibilissima. La caratura del giocatore gli permette questo tipo di atteggiamenti e il suo coach deve preoccuparsi di non criticarlo pubblicamente, non si sa mai come potrebbe reagire. Un po’ come se Ronaldo fosse al di là del calcio, delle norme (scritte e non scritte) che tutti sarebbero tenuti ad osservare.

    Ma come sta il giocatore? Bene per fortuna, sembra avere dimenticato tutto. Un post pubblicato sui suoi profili social spegne le polemiche “Partita difficile, vittoria importante! #finoallafine”

    Tutto bene quel che finisce bene quindi. Per ora.

    Al di là dell’ironia, adesso la palla passa in mano alla dirigenza. L’inossidabile etica della società bianconera, che in passato ha multato diversi giocatori per diversi motivi, sembra essersi un po’ ossidata. Pare che la Juventus non abbia intenzione di prendere provvedimenti contro il giocatore che pure ha aumentato il merchandising della Vecchia Signora dell’80%.

    Insomma, la vicenda si sta sgonfiando un po’ alla volta fino a sparire. Ronaldo è riuscito a scalfire il suo orgoglio con il post in alto e tanto basta alla società. Dal canto suo, il povero Sarri probabilmente avrebbe voluto dire altro e chissà che non lo faccia nello spogliatoio.

    Voi cosa ne pensate?