fbpx

    Italrugby spreca un’occasione con l’Australia

    Fotografia: Un'azione della partita (Ufficio Stampa Fir)

    Continua il tabù Australia per l’Italrugby. La Nazionale azzurra ha perso 26-7 allo Stadio Euganeo di Padova, allungando l’elenco di sconfitte subite dai ‘Wallabies’, mai battuti nei 18 incontri svolti finora.

    Peccato, perché questa volta l’Australia non è stata irresistibile come in passato. Quattro le mete degli ospiti, contro una sola degli italiani che però hanno sprecato tante occasioni, specie in un secondo tempo decisamente dominato nel gioco, e sono stati anche sfortunati per certe decisioni arbitrali non favorevoli. Dopo la vittoria sulla Georgia a Firenze, un segnale di continuità nel gioco ma anche un’occasione presa in vista della sfida di sabato 24 a Roma contro gli All Blacks, che si presenta proibitiva.

    Il 14-0 per gli australiani del primo tempo è un risultato un po’ bugiardo, perchè una meta sfiorata e una annullata a Tebaldi per un dubbio offside da Gauziere nei primi minuti dall’arbitro hanno incanalato il match in una direzione diversa rispetto a quanto si è visto in campo. L’ottima difesa azzurra ha tenuto fino al 29′, quando un errore di placcaggio porta Koroibete in meta, trasformata da To’omua, poi la maggior fisicità degli ospiti ha prevalso e al 35′ gli stessi marcatori hanno raddoppiato la posta per i Wallabies.

    A inizio ripresa il copione non è cambiato e Tupou ha trovato la terza meta ospite, validata dopo il controllo del Tmo e trasformata dal solito To’omua. Al 5′ c’è stata la prima risposta italiana, con un contrattacco dell’ala padovana Bellini che ha bruciato tutti sull’out destro fino alla meta del 7-21. Gli Azzurri hanno preso così coraggio e, pur rischiando, in qualche occasione, si sono piazzati nella metà campo avversaria in cerca della seconda meta. Il buon lavoro della mischia è stato vanificato da qualche errore di troppo nell’ultimo passaggio. Calate le forze, l’Italia ha chiuso cercando di non subire ancora, ma nel finale Genia ha trovato il varco per la quarta meta e il 7-26 finale.

    Il ct, Conor O’Shea, si è dettomolto orgoglioso dello sforzo e del comportamento dei ragazzi. Abbiamo giocato molto bene. Con più precisione forse avremmo avuto chance di vincere ma quello di oggi è un passo importante verso l’altissimo livello“. Il tecnico irlandese ha poi espresso la sua rabbia per la meta annullata a Tebaldi: “Quando giochiamo così e non veniamo premiati io sono arrabbiato. Non so se sarebbe cambiata la partita ma di sicuro l’aspetto mentale“.

    Potrebbe piacerti anche

    Panini, una nuova raccolta per i Mondiali

    La Panini, dopo il successo della collezione di card “2018 FIFA World Cup Russia Adrenalyn ....

    Gabriele Gravina, nuovo presidente Figc

    Gabriele Gravina, candidato unico alla presidenza della Figc, è stato eletto alla prima votazione ....

    Mondiale per club di volley: finale italiana

    Il Mondiale per club di pallavolo torna in Italia. La finale di domani sera ....