Internet delle cose: 3,5 mld di dispositivi connessi nel 2023

Fotografia: Casa telecomandata da smartphone (Shutterstock)

L’internet delle cose sta prendendo piede, come dimostrato dalla stessa Google che sta puntando su Android Things, il sistema operativo realizzato da Mountain View dedicato al mondo dell’IoT per gestire una serie di operazioni in casa da smartphone.

Entro il 2023 sono previsti 3,5 miliardi di dispositivi connessi all’Internet delle cose (IoT), quasi raddoppiati rispetto alle previsioni dello scorso novembre, il Nord America guiderà la diffusione della rete 5G gli standard di quinta generazione che permettono maggiori prestazioni e velocità.

Sono i dati contenuti nell’ultimo Mobility Report di Ericsson. Il report mette in evidenza come i lanci commerciali del 5G ci saranno già a partire da quest’anno: questa tecnologia trainerà l’esplosione dell’Internet delle Cose, gli oggetti connessi in casa e nelle città smart. I dispositivi di prima generazione, interamente 5G, sono attesi dalla seconda metà del 2018. I primi smartphone commerciali che supportano il 5G nella banda media sono attesi per l’inizio del prossimo anno, mentre il supporto per bande ad alto spettro è previsto tra l’inizio e la metà del 2019.

Il Nord America guiderà la diffusione del 5G, con tutti i principali operatori statunitensi che prevedono il lancio entro la fine del 2018 e la metà del 2019. Si prevede che, entro la fine del 2023, quasi il 50% di tutti gli abbonamenti mobili in Nord America sarà 5G, seguiti dal Nord-Est asiatico al 34% e dall’Europa occidentale al 21%. Secondo le previsioni di Ericsson, il traffico dati da dispositivi mobili aumenterà di otto volte durante il periodo di riferimento per raggiungere quasi 107 exabytes (EB) al mese – questa cifra è pari a tutti gli abbonati mobile nel mondo che vedono filmati Full HD in streaming per 10 ore.

Potrebbe piacerti anche

Contenuti video: i social sorpassano il piccolo schermo

I giovani trascorrono più tempo sul web che davanti alla televisione, privilegiando i contenuti ....

Pagelle utenti ai media, Facebook lancia test in Italia

  Il test online è già partito in America, ora Facebook chiede anche agli ....

Yondr: stop agli smartphone nelle scuole

Si chiama Yondr e potrebbe cambiare le abitudini degli italiani in fatto di smartphone. ....