fbpx

    Instagram contro il bullismo, arriva tasto “silenzia”

     
    Nella battaglia dei social contro il cyberbullismo, gli utenti diventano i moderatori dei loro profili e potranno togliere la parola agli account non graditi, senza bloccarli. Si tratta di uno “strumento flessibile che permetta ai giovani di parlare, definire ciò che è accettabile per loro e diffondere un clima positivo su Instagram” ha commentato il capo della piattaforma

    Continua la battaglia dei social contro il cyberbullismo, e arriva su Instagram il tasto “silenzia”. Il mese scorso il social aveva annunciato che i post che promuovono integratori, diete e perdite di peso miracolose non sarebbero stati più visibili ai giovani utenti.  Con questa nuova funzione, simile a quella già presente su Facebook, gli utenti diventeranno moderatori del proprio profilo e potranno togliere la parola a qualsiasi utente, senza bloccarlo e senza renderlo visibile. In tal modo i commenti saranno oscurati.

    Sarà possibile silenziare qualcuno scorrendo verso sinistra un commento, attraverso la sezione Privacy delle Impostazioni o direttamente sul profilo dell’account che si intende fermare. Il profilo zittito non riceverà alcuna notifica e continuerà a vedere i suoi commenti, tutti gli altri utenti no. L’utente che ha deciso di fermarlo, vedrà comparire il commento, ma non il suo contenuto. Potrà quindi decidere di ignorarlo o renderlo visibile. Se si silenzia qualcuno, inoltre, non si riceveranno notifiche e i messaggi diretti verranno spostati automaticamente in “Richieste di messaggi” e chi li ha inviati non potrà verificare se sono stati letti o se il proprio interlocutore è attivo in quel momento. La funzione è reversibile in qualsiasi momento.

    La trovata di Instagram rientra in una serie di manovre  per contrastare il bullismo digitale, intraprese da Adam Mosseri, capo della piattaforma. La funzione è strutturata in modo da non far sapere agli account di essere stati silenziati, proprio per non fomentare il bullismo. “Strumento flessibile che permetta ai giovani di parlare, definire ciò che è accettabile per loro e diffondere un clima positivo su Instagram”.