fbpx

    Inghilterra piange Banks e ricorda il miracolo su Pelè

    Fotografia: Gordon Banks alza la Coppa del mondo nel 1966 (@England/Twitter)

    Si è spento a 81 anni Gordon Banks, una delle leggende dell’Inghilterra che vinse in casa la Coppa del mondo di calcio nel 1966.

    Con i ‘bianchi’, detiene il record di imbattibilità: la sua porta rimase inviolata per 721 minuti consecutivi. In Nazionale vinse i Mondiali, unico titolo iridato nella bacheca dei leoni, e un bronzo agli Europei del 1968. L’ International Federation of Football History & Statistics lo ritiene il miglior portiere inglese di tutti i tempi, e uno tra i migliori a livello internazionale.

    La sua carriera fu legata principalmente al Leicester e allo Stoke City ma gli esordi furono con il Chesterfield – club che nella sua storia non ha mai raggiunto la massima serie – col quale disputò due stagioni. La società biancoblu lo scoprì in una squadra di minatori.

    Nel giugno del 1959 passò al Leicester City, in prima divisione (l’attuale Premier) per 7.000 sterline. Esordì il 9 settembre dello stesso anno ma diventò titolare nella seconda parte della stagione, al posto di Dave McLaren. Disputò due finali di Coppa d’Inghilterra e altrettante di Coppa di Lega, senza vincerne alcuna. Banks lasciò il club nel 1966 per andare allo Stoke City. Anni dopo, si può dire che ci fu un passaggio del testimone; il posto dell’eroe del 1966 fu preso da un’altra leggenda britannica, Peter Leslie Shilton, che detiene il record di presenze fra i pali dell’Inghilterra ed è il giocatore con il maggior numero di incontri ufficiali disputati (1390).

    Banks giocò con i ‘Potters’ fino al 1972, anno in cui vinse la Coppa di Lega in finale contro il Chelsea (2-1) e fu eletto miglior giocatore inglese dell’anno. La sua carriera fra i professionisti terminò a ottobre: perse la vista dall’occhio destro in un incidente automobilistico.

    E veniamo al momento epico della carriera di Banks, il ‘miracolo su Pelè’. Mondiali 1970, fase a gironi, Brasile-Inghilterra. E’ il quindicesimo, Jairzinho crossa in area dove un immenso Pelè vola in cielo e schiaccia la palla verso la porta. Banks, che si trova nell’altro angolo, spiazzato dall’azione di Jairzinho, attraversa la porta e, proprio sulla linea, colpisce il pallone che schizza oltre la traversa, uscendo. Pelè, ricodò Banks anni dopo, aveva addirittura urlato ‘goal’, tanto era sicuro di aver segnato.

    La sfida terminò 1-0 per i verde-oro ma quella gara viene ricordata ancora oggi per il ‘miracolo su Pelè’, da molti ritenuto la parata del secolo.

    Lo stesso fuoriclasse brasiliano riconobbe il grandissimo gesto atletico: “Quella volta ho odiato Banks più di ogni altro calciatore al mondo. Poi lo applaudii con tutto il cuore: fu la più grande parata che io avessi mai visto.

    Banks parla del rigore parato a Pelè