In Alto Adige piatti “troppo buoni per finire nei rifiuti”

    Fotografia: Piatti tipici altoatesini (BLESKY / Shutterstock.com)

    Quando si parla di Alto Adige, il pensiero va immediatamente ai grandi vini autoctoni come Schiava, Lagrein e Gewürztraminer ma non bisogna dimenticare i piatti locali, tra i quali canederli, spätzle, speck e formaggi di montagna.

    Per chiunque si alzasse da tavola e non volesse rinunciare a queste bontà, è partita l’iniziativa “troppo buono per finire nei rifiuti”. Da oggi, sono disponibili per gli associati presso le sedi di Bolzano, Bressanone, Brunico, Merano e Silandro dell’Unione albergatori e pubblici esercenti dell’Alto Adige (HGV) i contenitori in materiale riciclato, i cosiddetti Doggy bag, grazie ai quali i clienti potranno portare via gli alimenti non consumati nei ristoranti altoatesini.

    Si tratta di un’ulteriore misura contro lo spreco alimentare prevista dall’apposita legge provinciale, approvata nel marzo scorso, che mira a ridurre la perdita di generi alimentari e a promuovere, tra l’altro, il riutilizzo anche di vestiti e di medicinali a favore delle fasce più deboli della popolazione. L’adozione dei contenitori riciclabili nei ristoranti altoatesini è il frutto della collaborazione del Dipartimento alla salute della Provincia con l’HGV, presieduta da Manfred Pinzger.

    Il presidente Manfred Pinzger ha posto l’accento sul fatto che “i clienti dimostrano di apprezzare i nostri sforzi per una gestione sempre più sostenibile delle strutture alberghiere e di ristorazione. Per questa ragione l’HGV ha deciso di sostenere e di partecipare attivamente alla campagna della Provincia contro lo spreco”.

    • Mostra Commenti

    L indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati *

    Commento *

    • name *

    • email *

    • website *

    Potrebbe piacerti anche

    Turismo, Roma ‘invasa’ dagli stranieri

    Il fascino della città eterna è immortale e il richiamo sui turisti esteri si ....

    Baleari: solo veicoli ad energia pulita

    La data è lontana, il 2050. L’0biettivo è però ambizioso e rivoluzionario (più o ....

    Topolino tenta un record del mondo a Luccacomics

    In questi giorni, Luccacomics non è solo la casa italiana del fumetto, dell’animazione e ....