fbpx

    Il primo “impulso” della 1000 Miglia Green

     
    La storica Mille Miglia ha superato le novanta edizioni, nata come una competizione per auto d’epoca, oggi guarda al futuro con la partenza della versione «1000 Miglia Green» dedicata alle auto elettriche e ibride.

    Le auto in gara
    La prima edizione della 1000 Miglia Green, che ha preso il via venerdì 27 settembre dal cuore di Brescia per arrivare domenica 29 all’autodromo di Lainate passando, sabato 28, per il centro di Milano, è composta da oltre 30 team.

    Proprio la Detroit Electric Model 95 del 1924, che aveva già un’autonomia di carica tra da 96 e 145 chilometri, dopo quasi 100 anni correrà accanto alle moderne Tesla, Porsche Panamera E 4 Hybrid, Mercedes EQC, Smart, Mini, Hyundai, Nissan, Polestar. Ma non è la sola “vecchietta” a prendere il via, in gara troviamo anche la Zagato Milanina del 1989 e due modelli di maggiolino Volkswagen (1303 Kaefer) del ’72 e ’76. C’è anche un modello alimentato a idrogeno, la «Mirai» della Toyota, un esempio su strada di innovazione e ricerca.

    Nissan schiera una coppia della nuova Nissan Leaf e+, con la nuova batteria da 62 kWh e 217 CV capace di garantire un’autonomia estesa fino a 385 chilometri per ciclo di ricarica. Il veicolo rappresenta una soluzione efficiente e disponibile per rispondere alle sfide ambientali e di contenimento della spesa economica. La nuova Leaf e+ è dotata della tecnologia V2G (Vehicle to Grid), permettendo alla macchina di dialogare con la rete in cui è inserita, potendo non solo ricevere energia ma fornendola quando necessario. Con la V2G le auto diventano sistemi di accumulo capaci di dare continuità all’energia prodotta da risorse rinnovabili conservandola ed immettendola nella rete anche in un momento diverso rispetto a quello del picco di produzione. Nissan è stata la prima ad introdurla sui suoi veicoli elettrici, capendo da subito tutte le potenzialità.

    A Brescia abbiamo intervistato Bruno Mattucci, il Presidente e AD di Nissan Italia, che ci ha spiegato come molti automobilisti che posseggono un garage, oggi, grazie all’autonomia della nuova Leaf e+, possono passare all’elettrico con tutti i benefici che ne conseguono.

    E’ partita una nuova sfida che non riguarda solo la sostenibilità ambientale, la 1000 Miglia Green riuscirà ad attrarre gli appassionati di auto come nella versione a combustione? Se guardiamo ai team partecipanti possiamo dire che l’interesse è altissimo, per quanto riguarda il pubblico aspettiamo l’arrivo.

    La galleria fotografica