fbpx

    Murale di Utrecht, il palazzo libreria

     
    Questa estate avete in programma una gita in Olanda? Siete amanti dei libri? Se nel vostro itinerario c’è Utrecht non potete perdervi l’incredibile murale all’angolo fra Amsterdamsestraatweg e Mimosastraat. Sulla facciata del palazzo sono raffigurati degli scaffali di una libreria, i titoli dei libri, scelti dai residenti, sono il simbolo della diversità e della multiculturalità

    Due street artisti olandesi hanno realizzato un murale unico al mondo a Utrecht, nei Paesi Bassi, un’incredibile opera che sembra un enorme scaffale di una libreria, diventata ormai un’attrazione per i turisti.

    Jan Is De Man, in collaborazione con Deef Feed, ha trasformato la facciata anonima di un edificio in una meravigliosa libreria grazie ad un murales in stile tromp l’oeil. La cosa più bella è che tutte le opere letterarie presenti tra gli enormi scaffali, sono state suggerite dai residenti. Il progetto è nato grazie ad alcuni amici di Is De Man’s, che vivono proprio in quel palazzo, i quali avevano chiesto all’artista di creare un murale sul loro edificio ma l’idea originale era molto diversa.

    “Conosco bene le persone che vivono al piano terra ed era da tempo che mi chiedevano di abbellire la facciata del palazzo con una mia opera – ha spiegato lo street artist – Volevano anche farmi sentire libero e mi hanno dato carta bianca, purché portasse qualcosa di positivo anche al vicinato. La prima idea è stata quella di dipingere un grande smile, ma non ne ero convinto, era troppo semplice”.

    Dopo aver studiato la forma dell’edificio, decise di trasformarlo in una libreria e ha chiamato Deef Feed, con il quale ha lavorato in passato, per aiutarlo a realizzarlo. Secondo Is De Man, la comunità in cui si trova il murale è culturalmente diversa, questa affascinante differenza si riflette nella selezione di libri che si trovano sugli scaffali.

     “Abbiamo chiesto alla comunità quali fossero i loro libri preferiti e abbiamo messo insieme 8 lingue e culture nello stesso concept. Con l’unico criterio di non inserire tra la selezione libri di politica o religiosi, ma oltre a questi, ogni libro era il benvenuto”. Tra i libri raffigurati ci sono autori di vario genere da Anotine de Saint–Euxpery fino a Khaled Hosseini.